Vertice del G20: Biden afferma che gli alleati lavorano con “consenso totale” dopo che un missile di fabbricazione russa ha colpito la Polonia, uccidendo 2 persone



Cnn

a noi Il presidente Joe Biden Nel suo ultimo giorno al G20 in Indonesia, è emerso da un incontro di emergenza con alleati chiave promettendo di “scoprire esattamente cosa è successo” dopo che un missile di fabbricazione russa è caduto nel territorio degli alleati della NATO.

“Abbiamo concordato di sostenere le indagini della Polonia sull’esplosione nella Polonia rurale vicino al confine ucraino e scopriremo esattamente cosa è successo”, ha detto Biden ai giornalisti dopo la sua tavola rotonda di emergenza con i leader al vertice del G20.

Biden ha aggiunto: “Allora determineremo insieme il prossimo passo dell’indagine”.

Il presidente ha lasciato la riunione a Bali mercoledì mattina, ora locale. I colloqui sono avvenuti dopo che il ministero degli Esteri polacco ha dichiarato martedì scorso che un “missile di fabbricazione russa” era caduto sul villaggio di Przewodow. Mercoledì, il presidente polacco Andrzej Duda ha affermato che il missile che è atterrato in Polonia martedì è stato “probabilmente un incidente” da parte ucraina durante l’intercettazione di missili russi in arrivo.

La dichiarazione sembrava confermare quanto Biden aveva precedentemente indicato quando ha parlato con i giornalisti dopo che gli era stato chiesto se il missile fosse stato lanciato dalla Russia.

“Ci sono dati preliminari concorrenti per questo”, ha risposto.

Ha aggiunto: “Non voglio dirlo fino a quando non sarà completamente indagato. Che sia stato licenziato dalla Russia non è possibile nella mente di Path. Ma vedremo”.

Il ministero della Difesa russo ha negato qualsiasi attacco contro obiettivi vicino al confine di stato tra Ucraina e Polonia.

Biden e i leader del G7 e della NATO erano alla tavola rotonda. All’incontro hanno partecipato Biden e i leader di Canada, Unione Europea, Spagna, Italia, Francia, Germania, Paesi Bassi e Giappone, hanno detto funzionari.

Il presidente ha detto che c’era “un consenso assoluto tra i presenti al tavolo” su come rispondere all’incidente. Non ha fornito altre informazioni sulla fonte del missile.

Durante una precedente telefonata con Duda, Biden “ha espresso le sue più sentite condoglianze per la perdita di vite umane nella Polonia orientale questa sera”, ha detto la Casa Bianca in una lettura.

“Il presidente Duda ha descritto l’attuale valutazione della Polonia sull’esplosione nella parte orientale del paese vicino al confine con l’Ucraina. Il presidente Biden ha offerto pieno sostegno e assistenza degli Stati Uniti alle indagini della Polonia”, ha continuato la lettura.

Biden “ha ribadito l’impegno ferreo dell’America nei confronti della NATO” ei leader hanno convenuto che i loro team “rimarranno in stretto contatto per determinare i passi successivi appropriati mentre le indagini continuano”.

Biden e la maggior parte dei membri del G20 firmeranno una dichiarazione di condanna della guerra della Russia in Ucraina. , “un alto funzionario dell’amministrazione anticipa la dichiarazione. Tale effusione di condanna è il lavoro di mesi di diplomazia tra i leader del G20. Tuttavia, non è ancora chiaro quali paesi firmeranno la dichiarazione.

Prima di intraprendere un lungo viaggio a Washington, Biden ha partecipato a una piantagione di mangrovie con altri leader del G20. Ha incontrato il primo ministro del Regno Unito Rishi Sunak per la prima volta da quando Sunak è entrato in carica il mese scorso.

Sunak è diventato primo ministro alla fine del mese scorso, in sostituzione di Liz Truss, ora il primo ministro con il mandato più breve nella storia del Regno Unito. Truss si è dimesso per sei settimane, lasciando la Gran Bretagna vacillante Nel tumulto politico ed economico. Sunak lo è Prima persona di colore e primo indù a guidare l’Inghilterra. Era il più giovane reclutato in più di 200 anni.

I funzionari della Casa Bianca si aspettavano un momento a schermo diviso questa settimana quando Biden ha incontrato i leader mondiali a Bali nello stesso momento in cui il suo predecessore ha annunciato una terza corsa presidenziale.

La dinamica è stata amplificata quando Biden ha convocato colloqui di emergenza alla stessa ora in cui i lealisti di Trump hanno riempito la sala da ballo di Mar-a-Lago per l’annuncio dell’ex presidente Donald Trump.

Biden ha condotto colloqui di crisi con i membri del G7 e della NATO a Bali, sollevando interrogativi su quale fosse il punto quando Trump era in carica.

Entro 10 minuti dal parlare con i giornalisti, Trump è salito sul palco di Mar-a-Lago.

All’inizio del viaggio, i consiglieri di Biden non erano particolarmente preoccupati per lo schermo diviso e, dopo elezioni di medio termine migliori del previsto per i Democratici, Trump era meno diffidente nell’annunciare una terza offerta per la presidenza mentre Biden era in Asia.

Per prima cosa, i funzionari di Biden sono felici di fare paragoni tra l’attuale e gli ex presidenti su piattaforme straniere, data la confusione generale che spesso segue Trump quando viaggia all’estero.

Il team di Biden ritiene che il ritrovato elogio del presidente tra i Democratici si confronti favorevolmente con la statura post-midterm di Trump all’interno del Partito Repubblicano, un quadro che si sta ancora sviluppando ma che mostra segni di erosione.

L’annuncio di Trump stimolerà sicuramente una rinnovata attenzione sulla decisione di Biden di candidarsi per la rielezione. A detta di tutti, compresi quelli dei suoi più stretti consiglieri, se Trump è in corsa, Biden sarà più motivato a cercare un secondo mandato.

Durante i suoi incontri in Asia questa settimana, Biden è stato avvicinato da colleghi leader che si congratulavano per i risultati di medio termine, con i concorsi politici statunitensi seguiti da vicino dai leader sui lati opposti del globo.

Ciò ha sorpreso alcuni dei suoi collaboratori, in particolare le idiosincrasie che molti leader stavano osservando. Questo è un segno che la posta in gioco delle elezioni di medio termine si estende oltre i confini degli Stati Uniti, secondo un alto funzionario dell’amministrazione. Biden aveva inquadrato il concorso come mettere la democrazia al ballottaggio, qualcosa di più suscettibile ai leader delle capitali straniere che lavorano per determinare da che parte stanno soffiando i venti politici negli Stati Uniti.

Prima delle elezioni, i diplomatici stranieri inviati a Washington hanno viaggiato nel paese per temperare le temperature politiche, con l’obiettivo di determinare se Trump potesse essere pronto per un ritorno politico.

Se la raccolta di dissidenti e alleati di Trump in corsa per l’ufficio è un segnale che l’influenza dell’ex presidente nella politica repubblicana è ancora viva e vegeta – e che il suo ritorno alla Casa Bianca è una concreta possibilità – il diffuso rifiuto della scorsa settimana di quei candidati inviati . Un segnale alternativo all’estero.

Per Biden, il tempismo non avrebbe potuto essere più appropriato. Nelle ultime settimane si è accumulata la prospettiva di una visita di medio termine in preparazione del suo viaggio intorno al mondo. Le ampie vittorie repubblicane, anche tra le suffragette, complicherebbero seriamente il messaggio di fondo del presidente secondo cui le democrazie trionfano sulle autocrazie.

La presa in giro di Trump di un annuncio della campagna in un momento in cui Biden sta radunando il mondo dietro i principi democratici ha alzato la posta in gioco.

READ  Jordan Speed ​​è ottimista sulla possibilità della US PGA in una partita del Grande Slam in carriera US PGA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.