Ucraina e Russia commerciano in mezzo all’allarme globale per i bombardamenti degli impianti nucleari

  • Cave avverte di un disastro in stile Chornobyl se l’area non è protetta
  • Entrambe le parti affermano di sostenere la visita degli ispettori nucleari
  • Guterres delle Nazioni Unite afferma che qualsiasi attacco a una centrale nucleare sarebbe “suicidio”
  • Uno scienziato britannico afferma che il rischio di un grave incidente nucleare è piccolo

KIEV, 8 ago (Reuters) – Kiev e Mosca si sono scambiate la colpa lunedì per il bombardamento nel fine settimana del complesso nucleare ucraino di Zaporizhzhia.

Definendo “suicidio” qualsiasi attacco alla centrale nucleare, il capo delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha chiesto che agli ispettori nucleari delle Nazioni Unite sia concesso l’accesso a Zaporizhia, il più grande complesso d’Europa.

Le forze di invasione russe hanno sequestrato il territorio dell’Ucraina meridionale ea marzo la base è stata attaccata senza danneggiare i suoi reattori. Aree tra cui la città di Kherson sono ora bersaglio di una controffensiva ucraina. leggi di più

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

L’Ucraina ha chiesto la smilitarizzazione dell’area intorno al complesso e il permesso di entrare all’interno dell’agenzia di vigilanza nucleare delle Nazioni Unite, l’Agenzia internazionale per l’energia atomica. La Russia ha anche affermato di volere una visita dell’AIEA, accusando l’Ucraina di ostacolare il suo “tentativo di conquistare l’Europa. Ostaggi” bombardando l’impianto. leggi di più

L’Ucraina ha incolpato la Russia per gli attacchi del fine settimana intorno al compound, che è ancora gestito da tecnici ucraini. Ha detto che tre sensori di radiazioni sono stati danneggiati e due lavoratori sono rimasti feriti.

A partire da lunedì mattina, l’impianto sembrava essere ancora in funzione, ha affermato Petro Godin, capo della compagnia nucleare statale ucraina Energodam. Ha detto che 500 soldati russi e 50 macchine pesanti, carri armati, camion e veicoli corazzati di fanteria erano alla base. leggi di più

READ  Mega "GTA 6" League ha invaso Internet con filmati e schermate di gioco

Non c’è un posto dove i lavoratori ucraini possano stare nello stabilimento, ha aggiunto.

Reuters non ha potuto verificare in modo indipendente l’account di nessuna delle parti.

Godin ha chiesto alle forze di pace di operare nella base di Zaporizhia, cedendo il controllo operativo all’Ucraina.

Ha segnalato il pericolo che le bombe colpiscano contenitori di combustibile nucleare esaurito altamente radioattivo. Se due o più si rompono, è “impossibile stimare l’entità” della devastazione che ne deriverebbe.

Il dottor Mark Wenman, un esperto nucleare dell’Imperial College di Londra, ha affermato che i reattori di Zaporizhia erano relativamente robusti e che il combustibile esaurito era ben conservato.

“Anche se questo può sembrare preoccupante, qualsiasi combattimento in un sito nucleare è illegale … un rilascio nucleare serio è ancora piccolo”, ha affermato in una nota.

Lavorare sotto “pistole russe”

Yevhenii Tsymbaliuk, ambasciatore dell’Ucraina presso l’AIEA, ha affermato che i dipendenti di Zaporizhzhia “lavoravano sotto le canne dei fucili russi”. leggi di più

Nel frattempo, il ministero della Difesa russo ha affermato che gli attacchi ucraini hanno danneggiato le linee elettriche che servono l’impianto, costringendolo a tagliare la produzione di due dei suoi sei reattori per “prevenire i blocchi”. leggi di più

Guterres delle Nazioni Unite ha affermato che il personale dell’AIEA ha bisogno di accesso per “creare le condizioni per la stabilizzazione”.

“Qualsiasi attacco a una centrale nucleare è un suicidio”, ha detto in una conferenza stampa in Giappone in occasione del Memoriale della pace di Hiroshima sabato, il 77° anniversario del primo attacco atomico al mondo.

READ  Ospite 'dinamico' alla Casa Bianca: BTS incontra Pitana sulla discriminazione antiasiatica

Il peggior disastro nucleare civile del mondo si è verificato nel 1986 quando un reattore è esploso nel complesso di Chornobyl nell’Ucraina nordoccidentale. Dopo l’invasione del 24 febbraio di quest’anno, le truppe russe hanno occupato il sito e si sono ritirate alla fine di marzo.

L’Ucraina ha detto che sta pianificando una grande controffensiva intorno a Kherson e ha già riconquistato dozzine di villaggi.

I funzionari ucraini hanno affermato che le sue forze stavano anche combattendo per riconquistare le aree vicino a Kharkiv nel nord, dove lunedì le forze russe hanno lanciato attacchi di artiglieria.

Nella regione ucraina di Donetsk, dove i separatisti filo-mosca hanno sequestrato il territorio dopo che il Cremlino ha annesso la Crimea meridionale nel 2014, la Russia “ha usato tutta la potenza di fuoco disponibile”, ha aggiunto il funzionario pubblico.

A Washington, il Pentagono ha aumentato le sue spese militari per l’Ucraina, impegnando 1 miliardo di dollari in più aiuti alla sicurezza, comprese le munizioni per armi a lungo raggio. leggi di più

Nel frattempo, il ministero degli Esteri russo ha detto agli Stati Uniti che avrebbe interrotto le attività di ispezione ai sensi del trattato START sul controllo delle armi nucleari, sebbene Mosca sia rimasta fedele alle disposizioni del trattato.

Aumentano le esportazioni di grano

Aggiungendo peso a una rara vittoria diplomatica dall’inizio della guerra, un accordo per frenare le esportazioni alimentari dell’Ucraina e alleviare la carenza globale, due navi per il grano che trasportavano quasi 59.000 tonnellate di mais e soia hanno lasciato i porti ucraini del Mar Nero.

Questo porta il totale a 12 da quando la prima nave è partita una settimana fa. leggi di più

READ  Matt Fitzpatrick ha vinto il primo Career Major Championship

L’accordo di esportazione di grano del 22 luglio, mediato dalla Turchia e dalle Nazioni Unite, è stato ulteriormente sottolineato dalla disposizione delle parti di procedure per le navi mercantili che trasportano grano ucraino, inclusa una zona di esclusione militare di 10 miglia nautiche, secondo un documento visto da Reuters . leggi di più

Prima dell’invasione, Russia e Ucraina rappresentavano insieme quasi un terzo delle esportazioni globali di grano.

La Russia afferma che sta effettuando una “operazione militare speciale” in Ucraina per sradicare i nazionalisti e proteggere le comunità di lingua russa. L’Ucraina e l’Occidente descrivono le azioni della Russia come una guerra di aggressione non provocata.

Il conflitto ha provocato milioni di sfollati, ucciso migliaia di civili e lasciato città, paesi e villaggi in rovina.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Rapporto degli uffici Reuters; Di Stephen Coates, Mark Heinrich, John Stonestreet e Rami Ayyub; Montaggio di Simon Cameron-Moore, Nick MacPhee, Peter Graf e Aurora Ellis

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.