Poiché i mercati azionari globali sono scesi in ribasso nel novembre 2020, la sterlina si è leggermente ripresa

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

  • Il dollaro ha toccato il minimo da 20 anni lunedì
  • Il rendimento delle obbligazioni a 10 anni della Germania ha raggiunto il massimo degli ultimi 11 anni
  • Il petrolio è salito al massimo di nove mesi lunedì

LONDRA/HONG KONG, 27 settembre (Reuters) – I mercati azionari globali sono saliti al minimo di 21 mesi martedì e la sterlina ha subito un calo record rispetto al dollaro il giorno prima a causa dei piani britannici di tagli alle tasse.

I futures S&P statunitensi sono aumentati dello 0,94% dopo che Wall Street è precipitata più profondamente in un mercato ribassista lunedì, con il rendimento del Tesoro a 10 anni in calo rispetto ai 12 anni della sessione precedente e il dollaro in calo dal 20 anni in un paniere di valute.

Tuttavia, i mercati rimangono nervosi dopo che lunedì i funzionari della Federal Reserve statunitense hanno affermato che la loro priorità era contenere l’inflazione interna. leggi di più

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

“Le aspettative sui tassi statunitensi sono aumentate in modo significativo”, ha affermato Andrew Hardy, investment manager di Momentum Global Investment Management, anche se ha aggiunto che “c’è già una grande inflazione sui mercati”.

I mercati stanno valutando una probabilità del 76% di un’altra mossa di 75 punti base alla prossima riunione della Federal Reserve a novembre.

Martedì i relatori della banca centrale includevano il presidente della Fed Jerome Powell e la presidente della BCE Christine Lagarde.

MSCI World Equity Index (.MIWD00000PUS) Lunedì è aumentato dello 0,29% dopo aver raggiunto il livello più basso da novembre 2020. Le azioni europee sono aumentate di oltre l’1%, così come il FTSE britannico (.FTSE) In aumento dello 0,6%.

READ  Carding da super tifone: Filippine in allerta rossa mentre Noru si avvicina

La sterlina è scesa al minimo storico di $ 1,0327 lunedì, quando i piani di taglio delle tasse del governo annunciati venerdì si sono aggiunti a enormi sussidi energetici.

La valuta britannica ha recuperato il 4,6% dal minimo di martedì a $ 1,0801.

Dopo il crollo della sterlina, la Banca d’Inghilterra ha dichiarato che non avrebbe esitato a modificare i tassi di interesse e stava monitorando i mercati “da vicino”. leggi di più

Huw Bill, capo economista della Banca d’Inghilterra, parlerà a un panel alle 1100 GMT.

La mancanza di fiducia nella strategia del governo e nei suoi finanziamenti ha martellato i gilt venerdì e di nuovo lunedì.

Il rendimento dei gilt a cinque anni è salito fino a 100 punti base in due giorni di negoziazione, anche se è sceso al massimo di martedì.

“(È) sicuramente qualcosa che sta venendo fuori… siamo solo in una fase molto precoce per vedere come il mercato digerisce quel tipo di informazioni”, ha affermato Yuting Shao, macro strategist presso State Street Global Markets.

“Ovviamente lo stesso programma di taglio delle tasse ha davvero lo scopo di stimolare la crescita e alleviare gli oneri delle famiglie, ma solleva la questione di quali siano le implicazioni in termini di politica monetaria”.

Lo spillover dalla Gran Bretagna ha tenuto a bada altre risorse.

Una svendita di obbligazioni in Giappone ha spinto i rendimenti della Bank of Japan al tetto e ha indotto ulteriori acquisti non pianificati dalla banca centrale.

Il rendimento delle obbligazioni a 10 anni della Germania ha brevemente raggiunto un nuovo massimo di quasi 11 anni del 2,142%.

I rendimenti dei Treasury statunitensi a dieci anni sono scesi di 3,2 pb dopo aver toccato un massimo del 3,933% lunedì.

READ  I migliori anni di Hyundai in America affrontano il test deflazionistico

L’indice MSCI più ampio dell’Asia esclude il Giappone (.MIAPJ0000PUS) Ha raggiunto un nuovo minimo di due anni prima di saltare dello 0,5%. Nikkei del Giappone (.N225) In aumento dello 0,5%.

L’indice del dollaro è sceso dello 0,13% a 113,72, il più forte da maggio 2002, dopo aver toccato 114,58 lunedì.

La moneta unica europea è salita dello 0,24% a $ 0,9629 il giorno dopo aver toccato il minimo di 20 anni il giorno prima.

Il petrolio è salito di oltre l’1% dopo essere sceso al minimo di nove mesi il giorno prima, tra i segnali che l’alleanza di produttori OPEC+ potrebbe attuare tagli alla produzione per evitare ulteriori cali dei prezzi.

Il greggio statunitense è salito dell’1,4% a 77,70 dollari al barile. Il greggio Brent è salito dell’1,27% a 85,20 dollari al barile.

L’oro, che lunedì ha toccato il minimo di 2 anni e mezzo, è aumentato dello 0,8% a 1.634 dollari l’oncia.

Bitcoin ha superato i 20.000$ per la prima volta in una settimana quando le criptovalute sono aumentate, insieme ad altri asset sensibili al rischio. leggi di più

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

rapporto Xie Yu; Montaggio di Edmond Claman, Muralikumar Anantharaman e Raisa Kasolowski

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.