Per la prima volta nella storia, il prezzo medio della benzina statunitense supera i 5 dollari al gallone

11 giugno (Reuters) – Sabato i prezzi della benzina negli Stati Uniti hanno raggiunto una media di oltre $ 5 al gallone, secondo i dati dell’AAA, che ha spinto al rialzo inflazione e costi del carburante.

I dati AAA mostrano che il prezzo medio nazionale del gas di piombo convenzionale è salito a $ 5.004 per gallone l’11 giugno da $ 4.986.

I prezzi più alti della benzina sono stati un mal di testa per il presidente Joe Biden ei Democratici del Congresso mentre lottano per mantenere lo scarso controllo del Congresso con le imminenti elezioni di medio termine di novembre.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Biden ha tirato una serie di leve per ridurre i prezzi, tra cui il rilascio record di barili dalle riserve strategiche statunitensi, la rinuncia alle regole per la produzione di benzina estiva e l’inclinazione dei principali paesi dell’OPEC ad aumentare la produzione.

Tuttavia, ancora una volta, i prezzi del carburante in tutto il mondo stanno aumentando a causa di una combinazione di sanzioni imposte al produttore di petrolio Russia dopo l’invasione dell’Ucraina e una riduzione della capacità di raffinazione.

Distruzione della domanda Tuttavia, i viaggi su strada negli Stati Uniti sono relativamente forti e, nonostante l’aumento dei prezzi, sono ancora due punti percentuali al di sotto dei livelli pre-epidemia.

Tuttavia, gli economisti prevedono che la domanda comincerà a diminuire se i prezzi rimarranno sopra i 5 dollari al barile.

Reid L’Anson, economista senior di Kpler, afferma: “Il livello di $ 5 è il punto in cui possiamo vedere livelli più elevati di distruzione della domanda di benzina.

Correggendo l’inflazione, secondo i dati del Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti, la media statunitense per la benzina è di circa l’8% inferiore al massimo di giugno 2008 di $ 5,41 per gallone.

Grafica Reuters

Sebbene l’inflazione sia al livello più alto da oltre quattro decenni, la spesa per consumi è ancora flessibile, con i saldi familiari che innescano forti aumenti salariali grazie ai programmi di soccorso epidemico e un mercato del lavoro teso, soprattutto per i lavoratori a basso reddito.

Secondo l’Energy Information Administration degli Stati Uniti, la scorsa settimana la consegna di prodotti petroliferi, proxy della domanda, è stata di 9,2 milioni di barili al giorno, in linea con le medie stagionali quinquennali.

Le principali compagnie petrolifere e del gas stanno realizzando maggiori profitti, il che ha portato a prezzi più alti per i conducenti. Shell ha registrato un trimestre record a maggio e Chevron Corp e PP hanno registrato i loro migliori numeri in un decennio. leggi di più

Altre major, tra cui Exxon Mobil e TotalEnergies, così come gli operatori di scisto indipendenti statunitensi, hanno riportato cifre forti che hanno stimolato i riacquisti di azioni e gli investimenti in dividendi. leggi di più

Molte aziende hanno affermato che eviteranno di investire di più per aumentare la produzione a causa della volontà degli investitori di controllare i costi piuttosto che rispondere ai prezzi al barile superiori a $ 100 che si attardano da mesi. leggi di più

Le raffinerie stanno lottando per ricostruire il carico esaurito, in particolare sulla costa orientale degli Stati Uniti, che riflette le esportazioni in Europa, dove gli acquirenti stanno lasciando il petrolio russo.

READ  Il governatore del Montana Greg Gianforte in vacanza in Italia dopo essere stato schiacciato dalle inondazioni di Yellowstone

Attualmente, le raffinerie utilizzano circa il 94% della loro capacità, ma la capacità di raffinazione complessiva degli Stati Uniti è diminuita, con almeno cinque raffinerie di petrolio chiuse durante le epidemie.

Questa è la prima volta in decenni che gli Stati Uniti sono stati strutturalmente meno raffinati, dicono gli analisti.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Relazione di Laura Sanikola e Shivani Tanna; Montaggio di David Clark e Jason Neely

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.