Oleksandr Usyk sconfigge Anthony Joshua in una drammatica rivincita per mantenere i titoli dei pesi massimi

Il 35enne ucraino si è dimostrato imbattibile durante i 12 round, mantenendo il suo coraggio d’acciaio per dominare Joshua con una serie di potenti colpi. Joshua ha rotto lo slancio di Usyk nel nono round e ha lanciato una raffica di pugni al suo avversario prima di ritirarsi sconfitto.

È stato segnato 115-113 da un giudice, ma alla fine Usyk è emerso come il contendente più forte e ha ottenuto punteggi di 115-113 e 116-112 da due giudici per mantenere i suoi titoli dei pesi massimi WBA (Super), IBF, WBO e IBO. .

Nel frattempo, Ramla Alì La prima pugile donna dell’Arabia Saudita vince contro la Crystal Garcia Nova della Repubblica Dominicana.

Ali, 32 anni, ha migliorato il suo record di carriera a 7-0 con una vittoria ad eliminazione diretta al primo turno.

Le emozioni corrono alte

La rivincita del titolo dei pesi massimi è stata annunciata come “Rage on the Red Sea”, un titolo che ha sicuramente catturato l’atmosfera della notte.

Dopo la seconda sconfitta consecutiva contro l’Usyk, il 32enne britannico ha afferrato le due cinture dell’ucraino, le ha lanciate fuori dal ring e si è lanciato verso il suo spogliatoio, tornando ad afferrare il microfono. Discorso insensibile.

“Se conosci la mia storia, capirai la passione”, ha detto Joshua, aggiungendo di Usyk: “Gli sto chiedendo di battermi stasera, forse avrei potuto fare di meglio, ma mostra il livello di duro lavoro che ha messo dentro. Quindi dagli un applauso come nostro campione del mondo dei pesi massimi. ”

Usyk ha rivendicato la vittoria sullo sfondo della Russia Invasione dell’UcrainaUn conflitto in cui è stato investito personalmente.

All’inizio di quest’anno, il 35enne è tornato in patria e si è unito al battaglione di difesa regionale a Kiev per assistere nello sforzo bellico.

A marzo, Usyk è stato autorizzato a tornare ad allenarsi e prepararsi per la lotta contro Joshua Ha espresso riluttanza Al momento.
“Dedico questa vittoria al mio Paese, alla mia famiglia, alla mia squadra, a tutte le persone che difendono il Paese, ai militari”, ha detto Usyk. disse Dal traduttore dopo il combattimento. “Grazie mille.

“È già storia”, ha detto. “Generazioni guarderanno questo combattimento, specialmente il round in cui qualcuno ha cercato di colpirmi duramente. Ma io (sopportato) l’ho girato dall’altra parte”.

Usyk ha anche chiarito il suo desiderio di sfidare Tyson Fury una settimana dopo che il campione dei pesi massimi WBC lo aveva detto. “Uscire” Dalla boxe.

“Sono sicuro che Tyson Fury non è ancora in pensione. Sono sicuro che vuole combattere con me. Voglio combatterlo”, ha detto Usyk. “Se non combatto contro Tyson Fury, non combatto affatto.”

READ  Alcuni residenti degli Appalachi stanno iniziando a ripulire dopo le inondazioni mortali

‘Ero arrabbiato con me stesso’

Joshua è scoppiato in lacrime durante la conferenza stampa post-partita e si è detto “deluso” dalla sua prestazione di sabato.

“È difficile per me dire che sono orgoglioso di me stesso”, ha detto. “Sono triste, davvero, nel profondo del mio cuore.”

Ha anche spiegato quanto si sia sentito emozionato dopo la partita: “Quando provi con il cuore, non tutti capiscono. Era con il cuore. Sapevo di essere arrabbiato con me stesso. Non con nessuno, solo perché ero arrabbiato, io era come, ‘Devo uscire di qui.’

“Quando sei arrabbiato puoi fare cose stupide, quindi ero arrabbiato. Ma ho capito che è uno sport, fammi fare la cosa giusta”.

Prima della rivincita, i colleghi pugili britannici Carl Froch e Kell Brook hanno detto che una seconda sconfitta contro Usyk significherebbe la fine della carriera di pugile di Joshua.

Nonostante le voci, il 32enne non ha ancora mostrato segni di aver appeso i guanti al chiodo.

“Sono un combattente per la vita. La fame non morirà mai”, ha detto.

Ben Morse della CNN ha riportato questa storia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.