Notizie sulla guerra in Ucraina: esplosioni riportate nella centrale nucleare catturata dalla Russia

debito…David Guttenfelder per il New York Times

DRUSHKIVKA, Ucraina — Le autorità ucraine lanciano l’allarme da mesi. L’organismo di controllo nucleare mondiale ha avvertito di rischi straordinari proprio questa settimana. Più tardi venerdì, gli scontri di artiglieria vicino a una gigantesca centrale nucleare sul fiume Dnipro, nell’Ucraina meridionale, hanno creato nuovi rischi per la sicurezza.

Le esplosioni dentro e intorno al complesso nucleare di Zaporizhia – il più grande d’Europa – alle 14:30 hanno distrutto le linee di trasmissione dell’energia e minacciato di danneggiare l’impianto. Lo ha affermato la compagnia nucleare statale Enerkotam.

Ore dopo, una seconda serie di tre esplosioni ha danneggiato un edificio ausiliario vicino a uno dei reattori, provocando una perdita di idrogeno e aumentando il rischio di incendio, ha affermato la società.

I combattimenti si sono intensificati nelle ultime settimane vicino al complesso nucleare controllato dall’esercito russo, sebbene gli ingegneri ucraini continuino a farlo funzionare.

La Russia ha utilizzato la base per circa un mese per sparare con l’artiglieria contro obiettivi ucraini senza timore di ritorsioni, poiché l’esercito ucraino non può rispondere al fuoco senza rischiare di colpire attrezzature di difesa, reattori o strutture di stoccaggio del combustibile esaurito. Funzionari ucraini affermano che i russi mirano a interrompere una controffensiva ucraina nel sud del paese.

Gli operatori dell’impianto hanno ridotto la produzione di uno dei reattori dopo che le esplosioni hanno interrotto una linea elettrica ad alta tensione venerdì pomeriggio. In precedenza, su sei reattori dell’impianto, tre erano operativi, due erano in standby e uno era in fase di riparazione programmata.

READ  Vincitore del Belmont Stakes 2022: Mo Donegal vince 5/2 favorito.

Venerdì non era chiaro se il reattore, il cui funzionamento era stato commutato, fosse stato messo in standby, ha affermato Dmytro Orlov, un ex ingegnere dell’impianto che ora è il sindaco di Enerhoder, dove si trova l’impianto.

“È un evento insolito ma imprevedibile”, ha detto. “Dipendenti preparati”. Lo ha paragonato a una risposta di emergenza se una linea elettrica viene danneggiata da un incendio boschivo o da un altro incidente.

La compagnia elettrica statale Energoatom ha pubblicato una dichiarazione sul social network Telegram affermando che l’artiglieria russa aveva tagliato la linea elettrica. “L’esercito russo ha nuovamente fatto ricorso alla provocazione”, ha affermato l’agenzia. Uno spazio industriale nel campus è stato colpito tre volte, colpendo cavi e un trasformatore.

Gli operatori hanno interrotto la produzione e scollegato un reattore dalla rete elettrica, si legge nella nota. “I rilasci di materiale radioattivo non sono stati registrati”, afferma il rapporto.

I media statali russi hanno incolpato le forze ucraine per le esplosioni e hanno riferito di aver appiccato gli incendi.

Ore dopo, l’agenzia per l’energia ha annunciato un secondo attacco a Telegram, dicendo che i russi avevano sparato tre granate a propulsione a razzo che erano atterrate vicino a uno dei reattori. Le esplosioni hanno danneggiato un edificio ausiliario e una stazione speciale. “Il rischio di incendio è alto”, ha detto l’agenzia.

L’Agenzia internazionale per l’energia atomica ha affermato di essere a conoscenza dei rapporti e di cercare maggiori informazioni sulla situazione.

Funzionari ucraini affermano di non avere altra scelta che sopportare il bombardamento russo. A luglio, l’agenzia di intelligence militare ucraina ha utilizzato un drone “kamikaze” a guida di precisione, che esplode al contatto con un bersaglio, per distruggere un lanciarazzi russo e un sistema di difesa aerea a circa 150 iarde da un reattore nucleare senza danneggiare il reattore. lui stesso.

READ  Novak Djokovic v Rafael Nadal 'La partita più importante degli ultimi 10 anni' - Henman agli Open di Francia

L’AIEA ha avvertito dei gravi rischi derivanti dalla difficile situazione dell’impianto. Ha affermato che le pietre miliari della sicurezza nucleare vengono rimosse dall’impianto anche se continua a funzionare. Tra le carenze, la mancanza di sicurezza fisica e il controllo normativo è ora oscuro.

Il Ministero della Difesa britannico ha fatto eco a queste preoccupazioni venerdì. Il ministero ha affermato nel suo aggiornamento quotidiano dell’intelligence che le truppe russe “potrebbero aver minato la sicurezza” dell’impianto utilizzandolo come base per “prendere di mira il territorio ucraino sulla riva occidentale del fiume Dnipro”.

Una rissa nel campus a marzo ha portato a L’incendio ha suscitato preoccupazioni in tutto il mondo A proposito di un possibile incidente nucleare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.