L’ondata di caldo brucia l’Europa; Vengono emessi avvisi sanitari

  • WMO mette in guardia sulla qualità dell’aria nelle città e nei paesi
  • Il Regno Unito ha emesso il suo primo avviso di calore rosso per lunedì e martedì
  • Gli incendi boschivi si stanno diffondendo in Francia, Spagna e Portogallo

LIRIA, Portogallo/LONDRA, 15 luglio (Reuters) – Centinaia di persone sono state evacuate dalle loro case mentre gli incendi infuriavano in Francia, Spagna e Portogallo venerdì, mentre le autorità europee hanno emesso allerte sanitarie per un’ondata di caldo nei prossimi giorni.

Più di 1.000 vigili del fuoco, supportati da velivoli che bombardano l’acqua, hanno combattuto da martedì per contenere due incendi che bruciano nel sud-ovest della Francia a causa di un caldo torrido, condizioni di scatole di esca e forti venti.

Le temperature in Portogallo sono leggermente diminuite, ma dovrebbero comunque raggiungere i 40 gradi Celsius (104 Fahrenheit) in alcuni luoghi, con cinque contee in allerta rossa e oltre 1.000 vigili del fuoco che stanno affrontando 17 incendi, hanno detto i funzionari.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

In Spagna, un nuovo incendio boschivo è scoppiato nel sud del Paese dopo l’incendio della scorsa settimana nell’ovest.

Più di 400 persone sono state evacuate dalla città di Mijas, popolare tra i turisti del nord Europa, nella provincia di Malaga. I bagnanti di Torremolinos, a circa 20 chilometri di distanza, potevano vedere il fumo alzarsi sopra gli hotel sulla spiaggia.

Nel frattempo, la peggiore siccità degli ultimi 70 anni ha ridotto il fiume più lungo d’Italia, il Po, a un rivolo in alcuni punti, con temperature che dovrebbero aumentare la prossima settimana.

READ  Le azioni di chip scendono come S&P 500, i futures Nasdaq scendono martedì

I funzionari sono preoccupati per la salute delle persone già colpite dalla pandemia di Covid-19 e per l’impatto sui sistemi sanitari mentre il caldo estremo dilaga nel continente, in particolare con gli avvertimenti di terribili incombenti in Gran Bretagna.

L’Organizzazione meteorologica mondiale ha affermato che il caldo peggiorerà la qualità dell’aria, soprattutto nelle città e nei paesi.

“Un’atmosfera stabile e stagnante funge da coperchio per intrappolare gli inquinanti atmosferici, compreso il particolato”, ha detto il funzionario scientifico dell’OMM Lorenzo Labrador in una conferenza stampa a Ginevra.

“Questi causano la qualità dell’aria e impatti negativi sulla salute, in particolare per le popolazioni vulnerabili”.

Il ministro della Salute portoghese Marta Demido ha dichiarato giovedì che il sistema sanitario sta affrontando una settimana “particolarmente preoccupante” a causa dell’ondata di caldo e alcuni ospedali sono sovraffollati.

Dal 7 luglio al 13 luglio, il Portogallo ha registrato 238 morti in eccesso a causa dell’ondata di caldo, secondo l’autorità sanitaria DGS del paese. La Spagna ha registrato 84 morti in eccesso a causa delle temperature estreme nei primi tre giorni dell’ondata di caldo, secondo il database del Centro nazionale di epidemiologia.

Allerta Inghilterra

Lunedì e martedì il meteorologo britannico ha emesso il suo primo avviso rosso di “caldo estremo” per alcune parti dell’Inghilterra. leggi di più

“Per l’inizio della prossima settimana sono previste temperature eccezionali, forse da record”, ha affermato Paul Gunderson, meteorologo capo del Met Office.

“Le notti saranno eccezionalmente calde, soprattutto nelle aree urbane”, ha detto. “Ciò potrebbe portare a impatti diffusi sulle persone e sulle infrastrutture”.

READ  Gli indici sono scesi bruscamente mentre l'avviso di profitto di Walmart spaventa gli investitori

La temperatura più alta registrata in Gran Bretagna è stata di 38,7 °C (101,7 °F) registrata a Cambridge il 25 luglio 2019.

Hannah Cloke, climatologo presso l’Università britannica di Reading, ha affermato che l’ondata di caldo ha mostrato che il cambiamento climatico è arrivato e che c’era un urgente bisogno di adattarsi.

“Stiamo vedendo questi problemi ora e peggioreranno solo. Dobbiamo fare qualcosa ora”, ha detto a Reuters.

“È difficile affrontare questo tipo di temperature nel Regno Unito perché non ci siamo abituati”.

In Portogallo, la temperatura più alta di giovedì è stata registrata nella città settentrionale di Pinho a 47 °C (116,6 °F).

Raymond Lodwick, un pensionato britannico di 73 anni che ora vive a Leiria, un distretto in Portogallo, ha dovuto lasciare la sua casa con il suo cane Jackson martedì quando sono scoppiate le fiamme su una collina piena di eucalipti e pini altamente infiammabili.

Quando tornò il giorno dopo, la sua casa bianca era intatta, ma la vegetazione circostante era stata ridotta in cenere ei suoi alberi da frutto erano stati bruciati. Lodwig teme che gli incendi diventino più frequenti in futuro: “Devi stare attento”, ha detto a Reuters.

Nella regione francese della Gironda, 11.300 persone sono state evacuate a causa degli incendi che si sono propagati a Dune du Pilat e Landiras. Circa 7.350 ettari (18.000 acri) di terreno sono stati bruciati. I funzionari hanno detto che l’incendio è ancora sotto controllo.

Altrove in Spagna, gli incendi in Estremadura, che confina con il Portogallo, e nel centro di Castiglia e León, hanno costretto l’evacuazione di altri quattro piccoli villaggi tra la fine di giovedì e venerdì.

READ  La Cina espande le esercitazioni militari, aumenta le minacce contro Taiwan

Le fiamme ora minacciano il monastero e il parco nazionale del XVI secolo. Centinaia di persone sono state evacuate dall’inizio degli incendi e 7.500 ettari di foresta sono stati distrutti in entrambe le regioni.

In Catalogna, nel nord-est, le autorità hanno sospeso il campeggio e le attività sportive in 275 città e villaggi e limitato il lavoro agricolo con macchinari per prevenire i rischi di incendio.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Rapporti aggiuntivi di Benoit van Overstraten a Parigi, Emma Pinedo, Elena Rodríguez e Cristina Tyjjer a Madrid, Hannah McKay a Torremolinos, William James a Londra ed Emma Farge a Ginevra; Scritto da Alison Williams; Montaggio di Frances Kerry e Hugh Lawson

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.