L’italiano Draghi si dimette, scrivendo problema alla nazione Europa

ROMA (AP) — Il premier italiano Mario Draghi si è dimesso giovedì dopo lo scioglimento della sua coalizione di governo, un colpo destabilizzante per il Paese e l’Europa in un momento di grave incertezza economica causata dalla pandemia di coronavirus e dalla guerra della Russia in Ucraina.

Draghi ha consegnato la lettera di dimissioni al presidente Sergio Mattarella durante un incontro mattutino al Quirinale. Mattarella ha rifiutato una simile offerta di dimissioni Dal primo ministro la scorsa settimana, ha chiesto al governo di Draghi di “prendersi cura” del nuovo e di rimanere in veste di supervisione, ha affermato l’ufficio del presidente. Sebbene il presidente potesse vedere se fosse possibile una nuova maggioranza parlamentare, il suo ufficio ha indicato che avrebbe sciolto la legislatura e tenuto elezioni anticipate.

Le turbolenze non sarebbero potute arrivare in un momento peggiore per la terza economia più grande dell’eurozona. Come molti paesi, l’Italia sta affrontando un aumento dei prezzi su tutto, dal cibo agli articoli per la casa, a seguito dell’incursione di Mosca. Inoltre, soffre di siccità cronica, minaccia i raccolti e lotta per attuare il suo piano di ripresa dall’epidemia finanziato dall’UE.

Qualsiasi instabilità in Italia potrebbe diffondersi nel resto d’EuropaDi fronte a problemi economici e alla ricerca di un fronte unito contro la Russia, l’UE perde un politico rispettato.

Draghi, non un politico ma un ex banchiere centrale, è stato chiamato 17 mesi fa per far fronte al collasso economico causato dal COVID-19. Ma il suo governo di unità nazionale I membri della sua inquieta coalizione di destra, sinistra e populisti hanno fatto irruzione mercoledì dopo aver respinto la sua richiesta di riunificazione per porre fine alla normale legislatura del parlamento italiano.

READ  Elon Musk vieta la "rappresentazione" sulla parodia di Twitter di Elon

Invece, i partiti di centrodestra Forza Italia e Lega e il populista Movimento 5 Stelle hanno boicottato la fiducia al Senato, segno evidente che con Draghi avevano finito.

“Grazie per tutto il lavoro svolto insieme in questo periodo”, ha detto Draghi giovedì mattina alla Camera dei Deputati prima di visitare Mattarella. Commosso chiaramente dagli applausi ricevuti lì, ha ripetuto una battuta che anche i banchieri centrali hanno cuore.

Draghi, soprannominato “Super Mario” per aver aiutato a guidare l’eurozona fuori dalla crisi del debito mentre era a capo della Banca centrale europea, ha svolto un ruolo altrettanto tranquillo in Italia negli ultimi mesi. La sua presenza ha contribuito a rassicurare i mercati finanziari sulle finanze pubbliche del paese indebitato e ha permesso al paese di vedere attraverso le riforme economiche che l’Unione europea ha posto una condizione per il suo pacchetto di ripresa dalla pandemia da 200 miliardi di euro (dollari).

È stato un convinto sostenitore dell’Ucraina ed è diventato una voce di primo piano nella risposta dell’Europa all’invasione della Russia, uno dei problemi che ha contribuito alla sua caduta dal punteggio di 5 stelle sugli aiuti militari italiani all’Ucraina.

Anche le preoccupazioni interne hanno giocato un ruolo. I 5 Stelle, che hanno ottenuto il maggior numero di voti alle elezioni nazionali del 2018, sono sconvolti da mesi dal fatto che le loro priorità come il reddito di base e il salario minimo siano state ignorate. L’ultima goccia? La decisione di conferire al sindaco di Roma poteri straordinari per gestire la crisi dei rifiuti della capitale, poteri negati a Virginia Raghi quando era sindaco.

Sebbene non sia stato in grado di tenere insieme la sua fratturata coalizione, Draghi sembrava avere un ampio sostegno tra gli italiani, molti dei quali sono scesi in piazza o hanno firmato lettere aperte nelle ultime settimane.

READ  Controllare la qualità dell'aria per la regione di Sacramento

I giornali italiani giovedì sono stati uniti nella loro indignazione per l’esito surreale in un momento difficile per i viaggi dell’Italia e dell’Europa.

“Vergogna”, titolava La Stampa in prima pagina. “L’Italia è stata tradita”, ha detto La Repubblica.

Nicola Nobile, co-direttore di Oxford Economics, ha avvertito che la partenza di Draghi e i mesi senza un governo pienamente funzionante potrebbero esacerbare le turbolenze economiche in Italia, dove gli investitori erano gravati da un debito elevato e già alle prese con una recessione significativa. Per la seconda metà dell’anno.

Mattarella ha sfruttato Draghi per guidare l’Italia fuori dalla pandemia l’anno scorso. Ma la scorsa settimana, 5-Star ha boicottato un voto di fiducia legato a un disegno di legge per aiutare gli italiani a superare la crisi del costo della vita, spingendo Traghi a dimettersi per la prima volta.

Mattarella ha rifiutato l’offerta e ha chiesto a Draghi di tornare in parlamento per informare i legislatori sulla situazione. Il presidente del Consiglio lo ha fatto mercoledì, invitando i dirigenti del partito ad ascoltare gli appelli all’unità degli italiani comuni.

“Non devi rispondermi. Bisogna dare a tutti gli italiani”, ha detto ai legislatori.

Sebbene i prossimi passi non siano chiari, Mattarella scioglierà il parlamento dopo un periodo di deliberazione, aprendo la strada alle elezioni di fine settembre o inizio ottobre. L’attuale mandato quinquennale della legislatura scade nel 2023.

Mattarella prevede di incontrare i leader della camera alta e bassa del parlamento giovedì prossimo, ha detto il suo ufficio. L’annuncio afferma che la costituzione italiana consente al presidente di sciogliere il parlamento.

I sondaggi mostrano il Partito Democratico di centrosinistra e la destra Fratelli d’Italia, che è rimasto all’opposizione testa a testa.

READ  Drew Rasmussen ha perso la sua nona partita perfetta quando i Rays hanno battuto gli Orioles

Il leader del Partito Democratico Enrico Letta ha detto che il parlamento ha tradito l’Italia.

“Lasciate che i sondaggi dimostrino che gli italiani sono più intelligenti dei loro rappresentanti”, ha twittato.

I Fratelli d’Italia sono da tempo alleati di Forza Italia di centrodestra dell’ex premier Silvio Berlusconi e della Lega di Matteo Salvini, suggerendo che una coalizione di centrodestra potrebbe vincere qualsiasi elezione e cacciare la leader di Fratelli Giorgia Meloni. È diventata la prima donna presidente del Consiglio d’Italia.

Vince Maloney, che da prima dello scoppio della crisi aspirava a elezioni anticipate.

“La volontà del popolo si esprime in un modo: votando. Ridiamo speranza e forza all’Italia”, ha detto.

Alcuni commentatori hanno notato che il governo di Draghi, un tempo uno dei più forti sostenitori dell’Ucraina in Europa, è crollato in gran parte a causa dei leader politici che in precedenza avevano legami con il presidente russo Vladimir Putin.

Berlusconi andò in vacanza con Putin e lo considerava un amico; Salvini si è opposto alle sanzioni dell’UE contro la Russia dopo l’annessione della penisola di Crimea nel 2014; Il presidente a 5 stelle Giuseppe Conte ha successivamente protestato contro gli aiuti militari italiani all’Ucraina.

Dopo che i senatori a 5 stelle hanno boicottato il voto della scorsa settimana, il ministro degli Esteri italiano Luigi Di Maio ha accusato Putin di aver fatto il regalo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.