Lionel Messi guida l’Argentina alla vittoria contro l’Australia nonostante lo spavento finale | Coppa del Mondo 2022

Niente di così prezioso è mai arrivato facilmente. Un po’ di agonia e due di euforia, l’Argentina si è qualificata per i quarti di finale Coppa del Mondo. Hanno preso un vantaggio di due gol grazie a Lionel Messi e Julian Alvarez, hanno giocato alcuni dei calci più indisciplinati e affascinanti del torneo e hanno tenuto a bada un gol australiano con tiri nel secondo tempo.

Eppure, ti aspettavi Australia Vuoi sederti e accettare il loro destino? Questa Australia, con i suoi sostenitori SPFL, i suoi viaggiatori in buona fede e la sua pletora di ragazzi con cognomi come nomi? L’Australia ha preso la strada difficile per il Qatar e ha preso la strada difficile per uscirne, senza mai tirare ma mai segnare, riuscendo persino a realizzare un gol di consolazione nel finale per minacciare uno shock sbalorditivo.

Potrebbero non essere riempiti con nomi familiari. Avrebbero potuto essere dati in giro dal più grande giocatore del mondo per un’ora. Ma hanno lasciato tutto se stessi su quel campo e in qualche modo il gioco laggiù non è più lo stesso.

L’eccitazione sfrenata dei festeggiamenti dell’Argentina a tempo pieno ha tradito il gioco. Nonostante tutte le opportunità che hanno perso, sapevano anche che stavano per combattere. Per tutta l’influenza di Messi, il suo gol nel primo tempo e il suo talento ipnotizzante nella ripresa, sono stati ugualmente debitori a Lisandro e Amy Martinez, per il brillante muro e le parate eroiche che hanno negato all’Australia uno straordinario pareggio. Il Argentina Quelli più vecchi potrebbero essere stati costruiti meglio. Questo gruppo ha bordi duri, volontà dura, un acciaio nella sua anima.

Non che tutto questo fosse particolarmente intraprendente per mezz’ora. Molto prima dell’illegalità del secondo tempo, un’argentina assonnata ha cercato di spezzare civilmente l’Australia, che l’Australia ha cortesemente rifiutato. Probabilmente erano in inferiorità numerica sugli spalti, dove le forze dell’Albiceleste hanno circondato il campo attorno a un laccio emostatico di rumore. Ma in campo erano le maglie dorate ad essere le più vivaci, le più vivaci, le più vivaci. Hanno coperto molto terreno, vinto la maggior parte della seconda palla e contrattaccato in numero decente.

Guida veloce

Qatar: oltre il calcio

mostrare

È come nessun’altra Coppa del Mondo. Negli ultimi 12 anni il Guardian ha riferito di questioni relative al Qatar 2022, dalla corruzione e violazioni dei diritti umani al trattamento dei lavoratori migranti e leggi discriminatorie. Il meglio della nostra rivista è raccolto con la nostra dedica Qatar: oltre il calcio Home page per coloro che vogliono approfondire questioni oltre il campo.

Il reportage del Guardian va oltre ciò che accade in campo. Sostieni il nostro giornalismo investigativo In data odierna.

Foto: Kasper Benson

Grazie per il tuo commento.

In quel momento, Aziz Behich del Dundee United ha fatto qualcosa di cui probabilmente si è pentito. 10 minuti prima dell’intervallo, Messi ha lottato per un pallone vicino alla fascia destra. Behich del Dundee United lo interruppe, afferrò un pezzo della sua maglietta e diede a Messi un’affilata slitta melburniana, il cui contenuto andrà tristemente perso nella storia. La reazione furiosa di Messi è stato il primo momento veramente umano che abbiamo visto da lui tutta la notte.

Forse significa qualcosa. Forse non ha senso. Pochi secondi dopo, Messi ha raccolto la palla sulla fascia destra e sapevamo che Alexis MacAllister ha lanciato la palla da 30 yard in area di rigore.

Con un ritmo e una sicurezza mai visti da lui in questa partita, ha preso il passaggio di ritorno su tocco di Nicolas Otamendi e ha fatto scivolare la palla nell’angolo inferiore come aveva fatto centinaia di volte prima, ma mai attraverso le gambe. Harry Souter è di Stoke City. È stato il suo primo calcio in area di rigore per tutta la partita.

Julian Alvarez ha preso la palla dal portiere australiano Matthew Ryan per raddoppiare il vantaggio dell'Argentina.
Julian Alvarez ha preso la palla dal portiere australiano Matthew Ryan per raddoppiare il vantaggio dell’Argentina. Foto: Tom Jenkins/The Guardian

Lionel Scaloni è passato alla difesa a tre nel secondo tempo e l’Argentina ora aveva la larghezza e la verticalità adatte a loro mentre la partita si allungava. Adesso suonavano con più energia, più brio e spavalderia, più odio sulla stampa. Messi ha fatto due run incredibili che hanno alimentato il suo picco elettrizzante. Quando Matt Ryan dell’FC Copenhagen ha ricevuto un backpass di routine, Rodrigo De Paul si è precipitato verso di lui e ha chiuso i suoi angoli in modo omicida.

Ryan ha cercato di tirarsi fuori dai guai. È un momento di pura ispirazione, un atto in cui puoi già sentire l’applauso della folla, forse anche vedere il tuo momento di fama virale istantanea.

Purtroppo, nel lasciare De Paul, ha dimenticato che Alvarez era in agguato dietro di lui. Alvarez colpisce la palla. Alvarez ha concluso magnificamente. Ryan sbatté le palpebre. Poteva sentire i complimenti. Può vedere la fama virale. Ma non è quello che aveva pianificato.

Ma le cose non sono andate come previsto per l’Argentina. A 13 minuti dalla fine, quando Scolani ha iniziato a far riposare i suoi giocatori nei quarti di finale contro l’Olanda, Craig Goodwin dell’Adelaide United ha tirato un tiro selvaggio da 30 yard. Enzo Fernandez ottiene una deviazione su di esso. In qualche modo un secondo dopo, la palla si è arricciata nell’angolo superiore per consentire ad Amy Martinez di tuffarsi perfettamente.

Per alcuni minuti, i giocatori australiani hanno tremato di speranza ei loro tifosi di speranza. Negli ultimi minuti, Behich del Dundee United è stato respinto da Lisandro Martinez dopo un brioso dribbling. Karang Quiol si è poi ritrovato da solo con Amy Martinez, che ha parato il suo tiro con una mano sinistra volante. L’Argentina ha ripreso fiato e ora torna a sognare.

Cosa hanno da offrire? Fin dall’inizio è stata una campagna alimentata da lacrime e drammi, pura speranza e pura necessità.

È salutare consumare così tanta energia emotiva così in fretta? Se svuoti il ​​serbatoio contro l’Australia, dove andrai dopo? Per quanto tempo una squadra imperfetta può cavalcare l’onda del desiderio? Con compassione ed emozione, stiamo per trovare tutte le risposte.

READ  Alcuni residenti degli Appalachi stanno iniziando a ripulire dopo le inondazioni mortali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.