Le primarie di Washington potrebbero rovesciare il potere regale di Trump

“Quando [Herrera Butler and Newhouse] Hanno votato per mettere sotto accusa il presidente Trump e, rispetto ad altre persone in tutto il paese, sapevano che il sistema elettorale permetteva loro di votare la loro coscienza”, ha affermato Alex Hayes, uno stratega di lunga data del GOP nello stato di Washington.

A Washington, DC, gli elettori di qualsiasi partito possono votare per chi vogliono. I primi due che ottengono voti, indipendentemente dal loro partito, vanno alle elezioni generali. Nelle primarie chiuse, al contrario, i partiti tengono le elezioni e consentono solo ai propri elettori registrati di votare, con il vincitore che deve affrontare la scelta di un avversario in un’elezione generale.

Sebbene Herrera Beutler e Newhouse si affrontino all’interno dei propri partiti, entrambi hanno buone possibilità di avanzare alle elezioni generali perché i loro destini non sono controllati esclusivamente dalla rabbia dei lealisti MAGA di Trump. Newhouse e Herrera Beutler potrebbero compensare la perdita della base conservatrice ottenendo voti indipendenti e democratici. Anche se finiscono secondi nelle primarie, avanzeranno comunque alla classifica generale, dove gli operatori storici hanno maggiori possibilità di vincere.

“Ti costringe come candidato a candidarti come se stessi partecipando alle elezioni generali”, ha detto il presidente del Partito Repubblicano dello stato di Washington Caleb Heimlich. “Non sono solo i repubblicani a scegliere il loro repubblicano preferito, ma tutti gli elettori votano”.

Un colpo alle primarie chiuse è che una minoranza degli elettori di un partito ha il potere indebito di nominare candidati più radicali alle elezioni generali. Un sistema primario aperto dà voce al maggior numero di elettori in uno stato e libera i candidati dalla stretta aderenza alla dottrina del partito nazionale. Molti sostenitori affermano che le primarie aperte ammorbidiranno la polarizzazione politica e daranno più potere alle minoranze politiche.

Secondo Gallup, il 42% degli americani si identifica come indipendente nel 2021 (rispetto al 29% di democratici e al 27% di repubblicani). Tuttavia, quegli elettori indipendenti sono spesso esclusi dal processo di selezione per i candidati alle elezioni generali perché non sono idonei a partecipare alle primarie chiuse. Nel frattempo, la riorganizzazione dei distretti ha preso la maggior parte dell'”oscillazione” nelle elezioni generali. Dei 435 distretti House negli Stati Uniti, solo 30 sono considerati competitivi nelle elezioni di novembre di quest’anno.

READ  Rafael Nadal, imbattuto, ha vinto il suo 14° titolo Open di Francia

“Una vasta popolazione di elettori che non vota in altri sistemi – elettori oscillanti, che non fanno parte di un partito politico – fa parte delle primarie dello stato di Washington”, ha detto Hayes, aggiungendo che i candidati sono incoraggiati a raggiungere ogni elettore. Nel loro distretto, non solo nella loro base. “È un processo molto connesso all’opinione effettiva degli elettori nella tua comunità”.

Il sistema primario aperto di Washington Risale al 2004, ma lo stato è leader nelle primarie americane da più di un secolo. Nel 1907, Washington divenne il primo stato a consentire agli elettori di selezionare i candidati del partito per le elezioni generali. Nel 1935, Washington passò per la prima volta al sistema delle “primarie generali”, in cui gli elettori potevano votare attraverso le linee del partito primario. Nel 2000, le primarie aperte hanno prevalso quando la Corte Suprema ha dichiarato incostituzionali le “primarie selvagge” della California sulla base del fatto che violava il diritto dei partiti politici di associarsi liberamente con altri di convinzioni simili.

Ciò ha dato inizio a quattro anni di turbolenze quando lo stato di Washington ha cercato di ottenere un nuovo sistema primario costituzionalmente accettabile. Una delle prime due primarie aperte apartitiche, in cui gli elettori non sono registrati in un partito e i candidati possono identificarsi politicamente nella loro biografia dei candidati ma non sono nominati da un partito, era la soluzione ed è stata approvata dal 60% degli elettori nel 2004. California e Alaska hanno adottato modelli simili rispettivamente nel 2010 e nel 2020. (In Alaska, i primi quattro candidati avanzano.) La Louisiana ha un sistema primario aperto modificato, in cui tutti i candidati si candidano alle elezioni generali e se uno non riceve più del 50% dei voti, i primi due avanzano al ballottaggio. .

“Quando c’è un solo partito politico alle primarie, i democratici vanno il più a sinistra possibile per conquistare la base, e i repubblicani vanno a destra. E poi tornano al centro per il generale”, ha detto Sam Reed , che ha supervisionato lo sviluppo e il passaggio del sistema primario aperto all’inizio degli anni 2000. “Beh, questa è una sciocchezza. Quindi volevamo sbarazzarcene.

READ  WWDC 2022 di Apple oggi: come vedere ogni rivelazione dal vivo

Il distretto 3, sede di Herrera Beutler, è uno dei distretti oscillanti dello stato. Nella sua città più grande, Vancouver (non in Canada), i candidati devono fare appello ai liberali che si sono trasferiti a nord da Portland. Preghiera patriottica del gruppo di estrema destra. Quando Herrera Beutler è stata eletta nel 2010, è diventata la prima repubblicana a rappresentare il distretto in un decennio e la prima ispanica a rappresentare lo stato di Washington al Congresso.

Il suo sfidante più famoso è Joe Kent, approvato da Trump, un veterano dell’esercito in pensione e regolare di Fox News le cui camicie di flanella e lineamenti cesellati sono usciti direttamente dal cast centrale. Kent, tuttavia, ha lottato per colmare il divario tra devoti conservatori e nazionalisti di estrema destra. si ritira Dai suoi presunti legami con i suprematisti bianchi e il nazismo, al suo sostegno e orgoglio di Trump Ripete l’affermazione falsa Le elezioni del 2020 sono truccate.

La campagna del Kent afferma che i Democratici distrettuali rimarranno con il loro unico candidato invece di sostenere Herrera Beutler, e la base repubblicana inseguirà Kent, lasciando Herrera Beutler fuori dalla corsa.

“Penso che questo distretto abbia una forte base conservatrice e una forte base anti-establishment”, ha detto a POLITICO una portavoce del Kent. “Alle primarie, questo distretto andrà a candidati non affermati”.

Ma ci sono diverse sfide della destra di Herrera Beutler che potrebbero dividere il voto conservatore. La podcaster conservatrice e oratrice pubblica Heidi St. John è rimasta in gara fino a metà luglio, quando un super PAC con sede nel Massachusetts l’ha approvata. Oltre $ 700.000 sono stati scaricati in gara.

Oltre alle questioni tradizionali come l’esercito e il lavoro, i siti web della campagna di St. John’s e Kent mettono in evidenza una serie di argomenti di discussione repubblicani nazionali che sostengono Trump, dalla frode elettorale alla teoria critica della razza. I problemi di Herrera Beutler includono una tendenza locale, come i problemi con l’industria del salmone e la crisi degli oppioidi nella regione.

READ  Rafenzberger si è difeso da Trump e la Georgia ha vinto le primarie

“La strategia non è cambiata [since 2020]; “È ancora concentrato sulle questioni locali”, ha detto il portavoce della campagna Craig Wheeler, aggiungendo che i problemi principali di Herrera Beutler in questa gara – come la salute materna o l’inflazione – colpiscono molte persone indipendentemente dal partito. “Non è un cercatore di attenzione nazionale, non funziona come una testa parlante su nessuna rete di notizie via cavo”.

Nel frattempo, Newhouse corre in un distretto più conservatore dove vince costantemente con oltre il 60% dei voti. Ha guidato la campagna di rielezione di Trump nello stato di Washington nel 2020, ma ha rotto con l’ex presidente dopo il 6 gennaio, votando infine per l’impeachment.

Ora ha una mezza dozzina di sfidanti, il che gli fa bene: più contendenti potrebbero dividere il voto conservatore di estrema destra nel suo distretto e permettergli di finire alle primarie o al secondo posto. Newhouse ha già corso contro un repubblicano alle elezioni generali. Nel 2014, il collega repubblicano Clint Didier ha fatto meglio alle primarie di Newhouse, ma Newhouse ha vinto più voti indipendenti e democratici per sconfiggere Didier per un soffio alle elezioni generali.

Lo sfidante più forte di Newhouse quest’anno è Loren Culp, un noto politico ed ex capo della polizia che si è candidato più volte alla carica di governatore. Culp ha accumulato un forte sostegno repubblicano conservatore nel processo. Ha l’approvazione di Trump in queste primarie, ma la sua raccolta fondi è rimasta indietro. Finché Newhouse vince le primarie, ha la possibilità migliore per una vittoria alle elezioni generali: ha già una comprovata esperienza nel fare bene con gli elettori oscillanti e i Democratici in generale.

“[Voters in this system] “Possono effettivamente votare per la persona, non per il partito – la persona che pensano sia più qualificata per la posizione, che li rappresenta meglio – e non essere controllati dal partito”, ha detto Reed.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.