Le elezioni in Cile si concludono con un voto storico per la nuova costituzione progressista

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

SANTIAGO, 4 set. (Reuters) – Si sono conclusi i sondaggi in Cile. Gli elettori si sono presentati domenica per approvare o respingere una nuova costituzione progressista che sostituirebbe l’attuale testo favorevole al mercato della dittatura di Augusto Pinochet.

L’agenzia elettorale cilena prevede la pubblicazione dei risultati entro poche ore. leggi di più

I seggi elettorali in tutto il paese hanno riportato lunghe file e alta affluenza alle urne mentre i cileni hanno preso parte al referendum obbligatorio, che secondo gli esperti ha aggiunto incertezza al voto, che ha continuato a mostrare che gli elettori erano più propensi a respingere il nuovo testo.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Diego Uribe, un trentacinquenne padre di due figli che normalmente non vota perché ha perso la fiducia nei partiti politici, ha votato per ratificare la nuova costituzione a Puente Alto, un quartiere a basso reddito nel sud di Santiago.

“È diverso”, ha detto Uribe, aggiungendo che avrebbe votato anche se non fosse obbligatorio. “Il consenso è un vero cambiamento per il futuro, istruzione gratuita, assistenza sanitaria dignitosa e più diritti”.

Il nuovo testo è il risultato di un accordo raggiunto nel 2019 per reprimere violente proteste contro la disuguaglianza e si concentra su diritti sociali, ambiente, uguaglianza di genere e diritti degli indigeni. leggi di più

Quasi l’80% dei cileni ha votato a favore di una nuova costituzione alla fine del 2020, con sondaggi di opinione che mostrano che il sostegno pubblico al nuovo testo è diminuito. leggi di più

Più di 15 milioni di cileni e residenti possono votare in più di 3.000 seggi elettorali, incluso lo Stadio Nazionale di Santiago, dove la 54enne Rosemary Williamson si è unita alla madre di 85 anni nel votare per respingere la nuova costituzione.

Williamson ha votato per redigere una nuova costituzione nel 2020, ma domenica ha respinto la costituzione proposta, adducendo preoccupazioni su diverse proposte.

“La chiave è la diversità (indigena) e poi il fondo pensione”, ha detto Williamson. “Ho lavorato per tutta la vita e non sono pronto a condividerlo”.

Il presidente Gabriel Boric ha votato domenica presto nella città meridionale di Punta Arenas e ha promesso di preservare l’unità indipendentemente dal risultato.

“Durante i tempi difficili in cui ci siamo trovati come paese, abbiamo intrapreso la strada per risolvere le nostre divergenze e andare avanti con più democrazia”, ​​ha detto Poric ai giornalisti dopo il voto.

Qualunque sia il risultato, ha affermato che il governo lavorerà con tutti i settori per “promuovere la giustizia, l’uguaglianza, la crescita e lo sviluppo per tutti”.

Alcuni sondaggi dall’estero, tra cui Nuova Zelanda, Australia, Giappone, Corea del Sud e Cina, sono già usciti e mostrano un vantaggio positivo per il nuovo testo. Il voto dei cileni che vivono fuori dal paese è stato storicamente più progressista di altri elettori.

Il numero di elettori che intendevano votare “No” sul nuovo testo ha superato quelli che hanno votato “Sì” per la prima volta ad aprile, con un vantaggio misto. I recenti sondaggi prima del blackout di due settimane mostrano il “No” in testa con il 47%, rispetto al 38% del “Sì” e al 17% indeciso.

La coalizione di governo ha già deciso di modificare il testo se verrà approvato e 57 regolamenti provvisori aiuteranno a guidare il passaggio da una costituzione all’altra.

READ  Le azioni cadranno con l'aumentare dei timori per la crescita globale

Boric ha affermato che se il testo verrà respinto, il processo per adempiere al mandato conferito dal voto del 2020 per creare una nuova costituzione dovrà essere riavviato. Altre figure politiche hanno chiesto un emendamento all’attuale costituzione, affermando che una maggioranza esigua richiederebbe recenti modifiche legislative per farlo.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Relazione di Alexander Villegas, Natlia Ramos e Fabian Cambero; Montaggio di Lisa Schumacher, Deepa Babington, Andrea Ritchie e Richard Chang

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.