Le azioni cadranno con l’aumentare dei timori per la crescita globale

Foto d’archivio – Investitore seduto davanti a una bacheca di informazioni sulle azioni il 7 dicembre 2018 in un ufficio di intermediazione a Pechino, in Cina. REUTERS/Tommaso Pietro

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

PECHINO/HONG KONG, 19 mag. (Reuters) – I mercati azionari asiatici sono crollati giovedì per il calo delle vendite di Wall Street tra le preoccupazioni per l’inflazione globale, la politica cinese a somma zero e la guerra in Ucraina.

Anche le borse europee si stanno preparando per un’altra giornata difficile. I futures su azioni 50 in euro pan-regione sono scesi dello 0,52%, i futures tedeschi DAX sono scesi dello 0,63% e i futures FTSE sono scesi dello 0,51%.

I futures Nasdaq sono scesi dello 0,15%, sebbene i futures S&P500 abbiano sovraperformato le perdite precedenti dello 0,05%.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Durante la notte a Wall Street, l’attività di vendita al dettaglio Target Corp. (TGT.N) Ha avvertito che si sarebbe verificato un grande impatto sui margini a causa dell’aumento dei costi, poiché ha affermato che il suo profitto trimestrale si era dimezzato. Le sue azioni sono scese del 24,88%. Il Nasdaq è sceso di quasi il 5%, mentre l’S&P 500 ha perso il 4%.

“Il salto di martedì si è rivelato ‘molto ottimista’, quindi l’insicurezza che deriva da un falso giudizio rende ancora più difficile per i trader fare clic sul pulsante di vendita”, ha affermato Hebe Chen, analista di mercato di IG.

L’MSCI è l’indice più ampio delle azioni dell’Asia-Pacifico al di fuori del Giappone (.MIAPJ0000PUS) I guadagni di quattro giorni scendono dell’1,8%, trascinando l’indice pesante di risorse dell’Australia in calo dell’1,5% (.AXJO)Le azioni di Hong Kong sono scese del 2,1% (.HSI) E in calo dello 0,3% le blue chips cinesi (.CSI 300).

READ  Alec Baldwin ha annunciato su Instagram che sua madre Carol Baldwin è morta all'età di 92 anni

Nikkei del Giappone (.N225) È sceso dell’1,7%.

I giganti della tecnologia quotati a Hong Kong (.HSTECH) L’indice è stato particolarmente colpito con un calo di oltre il 3%. Tencent (0700.HK) Le entrate sono diminuite di oltre il 6% dopo aver dichiarato l’assenza di crescita nel primo trimestre, la peggiore performance da quando è diventata pubblica nel 2004. leggi di più

Il settore tecnologico cinese sta rallentando le opportunità economiche derivanti da un anno di repressione del governo e dalla dura politica zero-govt di Pechino, anche se mercoledì il vicepremier Liu Hee ha suscitato emozioni da parte dei dirigenti tecnologici. leggi di più

Due banchieri centrali statunitensi si aspettano che la Federal Reserve allenti ulteriormente l’austerità politica misurata dopo luglio, mentre cerca di disinnescare l’inflazione senza aumentare i costi dei prestiti troppo alti per mandare l’economia in recessione. leggi di più

“Devo dire che le preoccupazioni per l’inflazione non sono mai svanite da quando abbiamo fatto un passo nel 2022. Tuttavia, sebbene le cose non abbiano raggiunto un punto di non ritorno, a quanto pare si stanno dirigendo verso il ‘nessun controllo’. Il mercato potrebbe essere il più parte preoccupante”, ha detto Sen.

Il dollaro USA è sceso dello 0,15% rispetto alle principali valute in un unico paniere, salendo dello 0,55% durante la notte, ponendo fine a una serie negativa di tre giorni a causa di una propensione al rischio in calo.

L’australiano è salito dello 0,8%, mentre il kiwi neozelandese è salito dello 0,6% poiché lo Shanghai Kovil ha contribuito a creare un senso di relax durante il blocco.

READ  Il G7 punta a raccogliere 600 miliardi di dollari contro la Belt and Road cinese

I dati di mercoledì hanno mostrato che l’inflazione britannica è salita al suo tasso annuale più alto dal 1982, mentre l’inflazione canadese è salita al 6,8% il mese scorso, in gran parte trainata dall’aumento dei prezzi di cibo e alloggi.

Bilal Hafeez, CEO di MacroHive, una società di ricerca con sede a Londra, ha affermato che ora c’è una forte dipendenza dai beni rifugio, in particolare dal denaro.

“Potrebbe esserci un rimbalzo a breve termine delle azioni come negli ultimi giorni, ma il quadro più ampio è che l’era dei bassi rendimenti è finita e ci stiamo spostando verso un contesto di tassi più elevati”, ha affermato Hafiz Reuters Global Markets Forum.

“Ciò metterà sotto pressione tutti i mercati che hanno beneficiato di rendimenti più bassi, in particolare le azioni”.

I tesori degli Stati Uniti si sono raccolti durante la notte ed erano in gran parte uniformi in Asia.

I rendimenti a due anni sono saliti al 2,6800% contro la decisione degli Stati Uniti del 2,667% sulle crescenti aspettative dei trader che i tassi finanziari della Fed rimarranno elevati.

I prezzi del petrolio sono rimbalzati dalle prime perdite perché i timori persistenti di forniture globali limitate hanno superato i timori di una crescita economica più lenta.

Il greggio Brent è salito dell’1,2% a $ 110,41 al barile e il greggio statunitense è salito dello 0,8% a $ 110,48 al barile.

L’oro è leggermente inferiore. L’oro spot è stato scambiato a $ 1814,88 l’oncia.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Rapporto aggiuntivo di Divya Chaudhary; Montaggio di Sam Holmes, Kenneth Maxwell e Kim Gogil

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

READ  Il nuovo documentario rivela che Benz sta reagendo alla decisione di attuare il 25° emendamento per rimuovere Trump dal potere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.