L’avvocato della Georgia afferma che le decisioni sulle accuse nel caso elettorale di Trump sono “immediate”

24 gennaio (Reuters) – Un procuratore della Georgia che indaga sugli sforzi per invertire la sconfitta di Donald Trump nelle elezioni presidenziali del 2020 ha detto martedì a un giudice che le decisioni sull’opportunità di intentare un’azione penale sono “immediate”.

Il procuratore distrettuale della contea di Fulton Fannie Willis ha parlato all’udienza sull’opportunità di pubblicare il rapporto del gran giurì speciale sui suoi risultati. Ha esortato il giudice della Corte Superiore della contea Robert McBurney a sigillare il rapporto per ora, avvertendo che i futuri imputati potrebbero sostenere che il rilascio del documento mina pubblicamente il loro diritto a un processo equo, tra gli altri diritti.

“Chiediamo di non pubblicare il rapporto perché – avete visto il rapporto – i risultati sono immediati”, ha detto Willis.

Non è chiaro se i risultati del gran giurì speciale porteranno ad accuse penali contro Trump o chiunque altro per ingerenza elettorale. Willis, un democratico eletto, alla fine deciderà se fare di Trump il primo ex presidente degli Stati Uniti ad affrontare accuse penali.

I membri speciali del gran giurì hanno votato per raccomandare le loro scoperte per il rilascio pubblico. Gli avvocati di una coalizione di mezzi di comunicazione, comprese le reti di notizie e i principali quotidiani, hanno sostenuto che il rapporto dovrebbe essere pubblicato in parte a causa dell’elevato interesse pubblico nel caso.

Il panel è stato convocato lo scorso anno su richiesta di Willis per aiutare a indagare sulle azioni della campagna Trump dopo le elezioni del 2020.

Nelle sue ultime settimane alla Casa Bianca, Trump ha chiamato il segretario di Stato della Georgia Brad Raffensberger e gli ha chiesto di “trovare” più voti per superare una sconfitta repubblicana contro il democratico Joe Biden nelle elezioni del 2020. Pochi giorni dopo, una folla di sostenitori di Trump ha preso d’assalto il Campidoglio degli Stati Uniti nel tentativo fallito di ribaltare la vittoria di Biden.

READ  L'incertezza continua dopo che il presidente dello Sri Lanka si è offerto di dimettersi

Gli avvocati di Trump non si sono presentati all’udienza. In una dichiarazione di lunedì, il suo team legale con sede in Georgia ha affermato che il gran giurì non ha mai citato in giudizio Trump né gli ha chiesto di comparire volontariamente.

“Il gran giurì ha svolto il proprio lavoro e ha esaminato i fatti e la legge come abbiamo fatto noi, e ha concluso che il presidente Trump non ha infranto la legge”, hanno dichiarato gli avvocati Drew Fineling, Marisa Goldberg e Jennifer Little.

La giuria della Camera speciale aveva il potere di citare in giudizio per raccogliere prove e costringere a testimoniare, ma non aveva il potere di emettere accuse. Se Willis determina che le accuse sono giustificate sulla base dei risultati, può chiedere un atto d’accusa a un gran giurì regolare.

I giurati hanno ascoltato la testimonianza di 75 testimoni, inclusi funzionari governativi come il governatore Brian Kemp e Raffensberger, e consiglieri di Trump come il senatore statunitense Lindsey Graham e l’avvocato Rudy Giuliani. Diversi testimoni hanno tentato senza successo di far annullare le loro citazioni in giudizio.

Oltre alla telefonata di Trump del gennaio 2021, l’indagine ha esaminato un piano per nominare una lista alternativa di elettori presidenziali nel tentativo di dare a Trump più voti elettorali della Georgia rispetto a Biden, prima della certificazione del Congresso del 6 gennaio. 2021.

Martedì, in una serie di post sul suo sito di social media Truth Social, Trump ha difeso la telefonata come “corretta” e ha ripetuto la sua falsa affermazione secondo cui le elezioni in Georgia erano state truccate.

L’indagine sulla Georgia è tra le numerose indagini civili e penali che minacciano Trump, la sua famiglia e i suoi collaboratori.

READ  Dow Jones Future Fall dopo l'azione rialzista del mercato; Tesla acquisterà batterie dal suo principale concorrente di veicoli elettrici

Un avvocato speciale sta supervisionando le indagini del Dipartimento di giustizia degli Stati Uniti sugli sforzi di Trump per cambiare l’esito delle elezioni del 2020 e la sua conservazione di materiale riservato dopo che ha lasciato la Casa Bianca nel 2021.

Un tribunale di New York ha stabilito a dicembre che l’attività immobiliare di Trump, la Trump Organization, ha commesso una frode fiscale. Il procuratore generale democratico dello stato, Letitia James, ha citato in giudizio Trump, la sua azienda e i suoi figli, accusandoli di mentire a banche e assicuratori sul valore dei loro beni. L’ufficio del procuratore distrettuale di Manhattan sta continuando la propria indagine penale sui rapporti d’affari di Trump.

Dichiarazione di Joseph Ox; Montaggio di Jonathan Otis e Daniel Wallis

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.