La produzione norvegese di petrolio e gas diminuisce mentre i lavoratori scioperano

  • Lo sciopero aumenterà gradualmente durante la settimana
  • Un aumento è il modo in cui il datore di lavoro chiede di essere ascoltato: il sindacato
  • La produzione di gas potrebbe essere ridotta di quasi il 25% entro sabato
  • Il governo può intervenire in circostanze speciali

OSLO, 5 luglio (Reuters) – I lavoratori del petrolio e del gas offshore norvegesi hanno scioperato per la retribuzione martedì, il primo giorno di un’azione sindacale pianificata che potrebbe tagliare la produzione di gas del Paese di quasi un quarto e aumentare la carenza di forniture dopo l’Ucraina. Guerra.

Secondo un calcolo Reuters, il 15% della produzione petrolifera norvegese potrebbe essere tagliata entro sabato, sulla base dei piani dei membri del sindacato per aumentare gradualmente la loro attività nei prossimi giorni. leggi di più

La domanda di petrolio e gas dalla Norvegia, il secondo fornitore di energia in Europa dopo la Russia, è alta poiché il paese è visto come un fornitore affidabile e prevedibile, soprattutto perché il gasdotto russo Nord Stream 1 dovrebbe chiudere per 10 giorni a partire dall’11 luglio .

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

I prezzi del gas all’ingrosso britannico sono aumentati di quasi il 16% per le forniture all’inizio della giornata, nonostante i prezzi del greggio Brent siano diminuiti poiché i timori di una recessione globale hanno superato i timori di interruzioni dell’approvvigionamento, incluso uno sciopero in Norvegia.

“Lo sciopero è iniziato”, ha detto in un’intervista Audun Ingvartsen, capo del sindacato Lederne, aggiungendo che il sindacato intensificherà lo sciopero per fare pressione sui datori di lavoro affinché affrontino le richieste di aumenti salariali per compensare l’aumento dell’inflazione.

READ  Il rischio di incendio aumenta con la diffusione degli incendi di McKinney nella California settentrionale

Un incremento in tre fasi

Il ministero del Lavoro norvegese ha ribadito che stava seguendo da vicino la controversia. In circostanze eccezionali il governo può intervenire per fermare qualsiasi sciopero.

Il leader sindacale Ingvardsen ha affermato che l’espansione non è stata progettata per fare pressione sul governo affinché intervenga e imposti una soluzione, aggiungendo che non era in contatto con il governo.

“Il nostro obiettivo è che i datori di lavoro interagiscano con noi e ascoltino i propri dipendenti”, ha affermato.

Martedì, la produzione di petrolio e gas sarà ridotta di 89.000 barili di petrolio equivalente al giorno (boepd), inclusa la produzione di gas di 27.500 boepd, ha affermato la compagnia petrolifera e del gas norvegese Equinor. (EQNR.OL) disse.

Mercoledì, lo sciopero aumenterà i tagli al gas a un totale di 292.000 boepd, ovvero il 13% della produzione, hanno affermato Equinor e l’associazione dei datori di lavoro Norwegian Oil and Gas (NOG). leggi di più

La produzione di petrolio sarà ridotta di 130.000 barili al giorno da mercoledì, hanno affermato. Secondo un calcolo Reuters, si tratta di circa il 6,5% della produzione petrolifera norvegese.

Un ulteriore aumento previsto entro sabato potrebbe mettere offline quasi un quarto della produzione di gas norvegese e circa il 15% della sua produzione di petrolio, secondo un calcolo Reuters.

Il NOG deve ancora studiare completamente gli effetti dell’espansione pianificata di sabato, ha affermato martedì un portavoce del gruppo di pressione, aggiungendo che molti settori potrebbero essere interessati.

“Le conseguenze di questa espansione non sono ancora chiare”, ha affermato Equinor.

Leathern rappresenta i lavoratori offshore senior, che sono considerati fondamentali per le operazioni e dove l’azione sindacale in un settore può avere un effetto a catena su altri, pompando petrolio e gas attraverso il settore interessato.

READ  Caso di diffamazione Johnny Depp e Amber Heard: ultimi argomenti in corso

Più domini a rischio

L’azione sindacale è iniziata a mezzanotte ora locale (2200 GMT) nei tre campi di Gudrun, Ösberg South e Ösberg East, e si estenderà ai tre campi di Christine, Heydrun e Austa Hanstein dalla mezzanotte di mercoledì.

Un settimo campo, Tierihans, deve essere chiuso mercoledì in quanto la sua uscita è elaborata da Christ.

Entro il 9 luglio, i giacimenti di Sleipner, Culfox A e Culfox C dovranno interrompere la produzione a causa di scioperi in altri giacimenti che pompano petrolio e gas.

Se anche venissero chiusi, potrebbe ridurre la produzione norvegese di greggio e altri liquidi petroliferi di altri 160.000 boepd e la produzione di gas naturale di 230.000 boepd, secondo un calcolo Reuters.

Giovedì i membri del sindacato di Lederne hanno respinto una proposta di accordo salariale negoziato da aziende e leader sindacali. leggi di più

Gli altri sindacati norvegesi dei lavoratori del settore petrolifero e del gas hanno accettato l’accordo salariale e non scioperano.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Segnalazione aggiuntiva di Victoria Clesti; Montaggio di Kim Coghill, Jason Neely e David Clarke

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.