Jay Powell avverte che la recessione degli Stati Uniti è “decisamente possibile”

Jay Powell ha affermato che la recessione degli Stati Uniti è “sicuramente una possibilità” e ha avvertito che evitare una caduta ora dipende in gran parte da fattori al di fuori del controllo della Federal Reserve.

Parlando mercoledì alla commissione bancaria del Senato, il presidente della banca centrale ha riconosciuto che la banca centrale è ora la più difficile. Per differenziare l’aumento dell’inflazione Pur mantenendo un mercato del lavoro forte.

Ha sostenuto che gli Stati Uniti sono stati abbastanza flessibili da resistere alla politica monetaria di austerità senza entrare in recessione, ma ha riconosciuto che fattori esterni come la guerra in Ucraina e la politica del governo cinese-19 avrebbero ulteriormente complicato la visione.

“Questa non è la nostra intenzione, ma è certamente una possibilità”, ha affermato Powell, rispondendo a una domanda sul rischio che i piani della banca centrale di aumentare i tassi quest’anno possano portare a una recessione.

Ha aggiunto che a causa degli “eventi degli ultimi mesi in tutto il mondo”, la banca centrale è “molto difficile ora” raggiungere i suoi obiettivi di inflazione del 2 per cento e un mercato del lavoro forte.

Riferendosi all’invasione russa dell’Ucraina e all’aumento dei prezzi delle materie prime, ha affermato: “La questione se ciò possa essere raggiunto dipende da fattori al di fuori del nostro controllo”. A causa del blocco della Cina.

I legislatori hanno ripetutamente esercitato pressioni su Powell in merito all’onere imposto dalle recenti mosse della banca centrale per combattere l’inflazione. Ora è 8,6 per cento, Un massimo di quattro decenni. La banca centrale ha accontentato la scorsa settimana Il più grande L’aumento dei tassi di interesse dal 1994 indica il suo sostegno all’avvio di una campagna molto più forte per inasprire la politica monetaria sin dagli anni ’80.

READ  Tifone Saba: Hong Kong afferma che il "miracolo" necessario per trovare più sopravvissuti all'affondata Fujing001 La Cina ne ha inventato uno

“Sapete cosa c’è di peggio di un’inflazione elevata e una bassa disoccupazione? È l’inflazione elevata e la recessione che tengono senza lavoro milioni di persone”, ha affermato Elizabeth Warren, senatrice democratica del Massachusetts. “Spero che riconsidererai questa economia prima di spingerla giù da un dirupo”.

Powell ha affermato in uno scambio separato che ci sarebbero rischi significativi se l’inflazione avesse messo radici e la banca centrale non avesse agito per ripristinare la stabilità dei prezzi.

“Sappiamo dalla storia che le persone che vogliamo aiutare, le persone con uno spettro di reddito basso, soffriranno ora di un’inflazione elevata”, ha affermato. “Fa male loro più di chiunque altro. Non possiamo fallire in quel compito.

A mezzogiorno, il rendimento dei Treasury USA a due anni, in linea con le aspettative sui tassi di interesse, è sceso di 0,1 punti percentuali al 3,06%. Gli indici azionari statunitensi sono aumentati dello 0,2% con l’S&P 500.

Le preoccupazioni per una possibile recessione sono peggiorate del previsto Rigonfiamento Dati per questo mese. Quando Powell ha affermato che l’economia statunitense era “molto forte e in grado di gestire una politica monetaria restrittiva”, ha riconosciuto che ulteriori sorprese sull’inflazione “potrebbero essere in arrivo”.

“Quindi dobbiamo essere veloci nel rispondere ai dati in arrivo e alle prospettive emergenti e cercare di evitare di aggiungere incertezza a un momento già straordinariamente difficile e incerto”, ha affermato.

I trader hanno raggiunto il tasso di riferimento della Federal Reserve di circa il 3,6% entro la fine dell’anno, portando a un ampio aumento degli oneri finanziari in tutto il mondo. Powell ha affermato mercoledì che l’inasprimento delle condizioni finanziarie sta avendo l’impatto previsto e riducendo la domanda.

READ  La polizia di Filadelfia afferma che tre persone sono state uccise in una sparatoria

La testimonianza di Powell arriva in un momento cruciale per la Casa Bianca, che è in competizione con le crescenti aspettative di un forte rallentamento della crescita in vista delle elezioni di medio termine di novembre. Dopo molti economisti Matita in recessione Entro il prossimo anno.

“Non c’è nulla di inevitabile in una recessione”, ha detto ai giornalisti questa settimana il presidente Joe Biden – un messaggio del segretario al Tesoro statunitense Janet Yellen e del direttore del National Economic Council Brian Dees.

I funzionari della Federal Reserve hanno iniziato a preparare i partecipanti al mercato per almeno un altro aumento di 0,75 punti percentuali nella loro prossima riunione di luglio. Powell ha detto mercoledì che la banca centrale dovrebbe esaminare “prove convincenti” che l’inflazione è moderata prima della sua spinta ad aumentare i tassi di interesse.

Powell ha affermato che le decisioni future sulle azioni della banca centrale sarebbero state prese “dall’incontro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.