Il presidente dello Sri Lanka Rajapakse è fuggito alle Maldive tra le proteste per porre fine al governo

Il presidente Gotabaya Rajapaksa dello Sri Lanka ha pronunciato il suo discorso nazionale nell’ambito del vertice dei leader mondiali alla Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (COP26) a Glasgow, in Scozia, nel Regno Unito, il 1 novembre 2021. Andy Buchanan/Piscina via REUTERS

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

COLOMBO, 13 luglio (Reuters) – Il presidente dello Sri Lanka Gotabaya Rajapaksa è fuggito alle Maldive mercoledì, poche ore prima di dimettersi tra le proteste diffuse per la sua gestione di una devastante crisi economica.

Una dichiarazione dell’Air Force afferma che Rajapakse, sua moglie e due guardie del corpo sono partiti su un aereo dell’aeronautica dello Sri Lanka.

Una fonte del governo e una persona vicina a Rajapakse hanno detto che si trovava a Malé, la capitale delle Maldive. Da lì, il presidente si recherà in un altro Paese asiatico, hanno detto fonti governative.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

La fuga del Presidente segna la fine del regno del potente clan Rajapaksa, che ha dominato la politica nella nazione dell’Asia meridionale negli ultimi due decenni.

Le proteste contro la crisi economica sono ribollenti da mesi e sono arrivate al culmine lo scorso fine settimana quando centinaia di migliaia di persone hanno preso il controllo dei principali edifici governativi di Colombo. leggi di più

I critici incolpano i Rajapak e i loro alleati per inflazione, corruzione e grave carenza di carburante e medicine.

Rajapaksa avrebbe dovuto dimettersi dalla carica di presidente mercoledì per aprire la strada a un governo di unità nazionale dopo che i manifestanti avevano assediato la sua residenza ufficiale e quella del primo ministro. leggi di più

READ  Novak Djokovic v Rafael Nadal 'La partita più importante degli ultimi 10 anni' - Henman agli Open di Francia

Il presidente non si vedeva in pubblico da venerdì.

Fonti vicine al presidente del parlamento dello Sri Lanka, Mahinda Yappa Abeywardena, non hanno ancora ricevuto alcuna comunicazione da Rajapakse. Una fonte vicina a Rajapakse ha detto che avrebbe inviato la sua lettera di dimissioni più tardi mercoledì.

Ciò renderebbe il primo ministro Ranil Wickremesinghe presidente ad interim, anche se si è offerto di dimettersi. In tal caso, il Presidente sarà il Presidente ad interim fino a quando non verrà eletto un nuovo Presidente secondo la Costituzione.

Lo Sri Lanka è stato governato dalla potente famiglia Rajapakse negli ultimi due decenni. Gotabaya Rajapaksa è stato eletto Presidente del Paese nel novembre 2019.

Tuttavia, una dichiarazione dei leader della protesta ha avvertito di “azioni decisive” se Wickremesinghe non si fosse dimesso entro mercoledì pomeriggio.

Abeywardena aveva precedentemente affermato che il parlamento si sarebbe riunito di nuovo venerdì e cinque giorni dopo si sarebbe tenuto il voto per eleggere un nuovo presidente.

I fratelli del presidente, l’ex primo ministro Mahinda Rajapaksa e l’ex ministro delle finanze Basil Rajapaksa, sono ancora in Sri Lanka, secondo fonti e collaboratori del governo.

persona infetta

L’economia turistica della nazione insulare è stata colpita prima dalla pandemia di Covid-19 e poi da un crollo delle rimesse degli Sri Lanka all’estero. Il divieto di fertilizzanti chimici ha danneggiato la produzione agricola, sebbene il divieto sia stato successivamente revocato. leggi di più

Nel 2019 i Rajapaksas hanno attuato tagli fiscali populisti, che hanno danneggiato le finanze del governo, mentre la contrazione delle riserve estere ha ridotto le importazioni di carburante, cibo e medicine.

I prezzi della benzina sono stati ridotti e si sono formate lunghe file davanti ai negozi che vendono gas da cucina. L’inflazione complessiva si è attestata al 54,6% il mese scorso e potrebbe salire al 70% nei prossimi mesi, ha avvertito la banca centrale.

READ  Classifica degli US Open 2022: copertura in tempo reale, punteggi del golf di oggi, aggiornamenti dal round 4 al The Country Club

Mahinda Rajapaksa, il fratello maggiore del presidente, si è dimesso da primo ministro a maggio dopo che le proteste contro la famiglia sono diventate violente. Rimase nascosto per alcuni giorni in un campo militare nell’est del Paese prima di tornare a Colombo.

A maggio, il governo Rajapaksa ha incaricato Mohamed Nasheed, presidente del parlamento maldiviano ed ex presidente, di coordinare gli aiuti esteri allo Sri Lanka, colpito dalla crisi.

Nello stesso mese, Nasheed ha negato pubblicamente le accuse di aver aiutato Mahinda Rajapaksa a garantire un rifugio sicuro alle Maldive.

Martedì, i funzionari dell’immigrazione hanno impedito a Basil Rajapaksa di lasciare il Paese. leggi di più

Non si sa dove stia cercando di andare Basil Rajapaksa, che è anche cittadino americano. Si è dimesso da ministro delle finanze all’inizio di aprile in mezzo a feroci proteste di piazza e ha rassegnato le dimissioni dal suo seggio in parlamento a giugno.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Ulteriori segnalazioni di Varuna Karunathilak; Scritto da Raju Gopalakrishnan; Montaggio di Sam Holmes

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.