Il numero di voti anticipati espressi alle elezioni di medio termine del 2018 ha superato il numero totale di voti anticipati espressi

Commento

Gli americani hanno votato più votazioni prima del giorno delle elezioni rispetto all’ultimo sondaggio di medio termine, continuando la tendenza a fare affidamento sul voto anticipato nonostante le obiezioni vocali di alcuni repubblicani.

A partire da sabato, gli elettori avevano espresso più di 39 milioni di voti, più del numero dei primi voti espressi nel 2018. Piano elettorale degli Stati Uniti. Il totale di quest’anno aumenterà poiché i funzionari elettorali ricevono ancora le schede elettorali per posta e alcuni stati consentono il voto anticipato di persona durante il fine settimana.

L’ex presidente Donald Trump e i suoi alleati hanno attaccato in particolare il voto anticipato Schemi di voto per corrispondenza, spingendo alcuni repubblicani ad abbandonare una pratica in vigore in alcuni stati da decenni. Una forza di compensazione sembra aver compensato questa resistenza: maggiori opportunità di votare in anticipo.

Verifica dei fatti: Trump mente false sul voto per corrispondenza

“Ci stiamo spostando da un’elezione all’altra sulla strada del voto anticipato, e questo perché gli stati offrono il voto anticipato più spesso o più”, ha affermato. Michele McDonaldUno scienziato politico dell’Università della Florida supervisiona il programma elettorale.

Il voto anticipato è in aumento da molto tempo. Nel 2014, circa il 31% dei voti è stato espresso per posta o nelle sedi di votazione anticipata, ha affermato McDonald. Nel 2018 è salito al 40%. Si aspetta che il voto anticipato svolga un ruolo più importante quest’anno.

Il miglior confronto per quest’anno sono altre elezioni di medio termine come il 2014 e il 2018. Il voto anticipato è più alto negli anni presidenziali, sia in termini di numeri grezzi che di quota del voto complessivo, ha affermato McDonald. Il ruolo del voto anticipato è particolarmente importante nel 2020, poiché i timori per il coronavirus spingono gli elettori a votare per corrispondenza in numero record. Quell’anno, gli americani hanno espresso 101,5 milioni di voti in anticipo, più del doppio rispetto alle elezioni presidenziali del 2016.

READ  Danneggiato, Boris Johnson d'Inghilterra ha vinto il voto di fiducia del partito

Molti fattori influenzano i cambiamenti nel comportamento di voto. Dopo la loro esperienza nel 2020, più elettori hanno familiarità con come votare in anticipo e possono attenersi alla pratica. Man mano che i vaccini diventano più ampiamente disponibili, altri potrebbero essere più disposti ad andare alle urne il giorno delle elezioni. Le argomentazioni contro il voto anticipato di Trump e dei suoi alleati potrebbero influenzare il modo in cui alcuni elettori scelgono di votare.

Nel frattempo, le regole del voto anticipato stanno cambiando in alcuni luoghi. A differenza del 2018, California, Nevada, Vermont e DC terranno queste elezioni interamente per posta ed è improbabile che Michigan e Pennsylvania votino per posta.

Altri stati hanno inasprito le loro regole. Corte Suprema del Wisconsin questa estate Le urne sono state vietate In quello stato e alla Corte Suprema del Delaware il mese scorso Il Tribunale di primo grado ha confermato la sentenza Ha impedito di votare lì senza assegnare alcun motivo.

Quest’anno, alcuni repubblicani hanno esortato gli elettori a mantenere le loro schede elettorali per corrispondenza fino all’ultimo minuto, rendendo difficile stimare quante schede elettorali anticipate alla fine verranno restituite. Ad ogni ciclo elettorale, milioni di elettori chiedono schede che non hanno mai restituito. in — perché non votano o decidono invece di votare.

Abbattere le gare di Senato, Camera e Governatore che potrebbero ribaltarsi a metà mandato

Per questo ciclo, sono stati espressi quasi 20 milioni di schede elettorali in 19 stati che hanno la registrazione degli elettori per identificazione del partito, fornendo informazioni su chi vota in anticipo. In quegli stati, il 43% dei voti finora è arrivato da democratici registrati, il 34% da repubblicani e il 23% da elettori non affiliati o di terze parti.

READ  La portaerei Usa arriva in Corea del Sud per avvertire la Corea del Nord

I 19 stati includono stati dominati dai democratici come la California, stati fortemente repubblicani come l’Oklahoma e stati campo di battaglia come la Pennsylvania.

La partecipazione al voto anticipato varia da stato a stato. Nella Carolina del Nord sono stati espressi meno di 2 milioni di voti in anticipo, rispetto al conteggio del 2018.

In Georgia questo autunno, il voto di persona è iniziato prima dei livelli del 2018 prima di corrispondere più da vicino lo scorso semestre. In tutto, sabato in Georgia erano stati espressi 2,5 milioni di voti anticipati di persona e per posta, rispetto ai 2,1 milioni del 2018.

I texani hanno espresso 5,5 milioni di voti in anticipo, rispetto ai 4,9 milioni del 2018.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.