Il Kentucky, colpito dalle inondazioni, vacilla per un altro disastro naturale

Pericolo, ragazzo. – I vigili del fuoco e gli equipaggi della Guardia Nazionale si sono riuniti nel Kentucky orientale dopo giorni di inondazioni mortali, salvando centinaia di persone da acque pericolose.

Si prepara anche a inviare una delegazione: Brema, Ky., una piccola comunità a quasi 300 miglia di distanza. Quando l’anno scorso Brema è stata fatta a pezzi dal peggior tornado nella storia dello stato, il sindaco di una piccola città nella parte orientale dello stato è venuto ad aiutare con la pulizia. La città di Hindman è stata duramente colpita dalle inondazioni di questa settimana. Così il sindaco di Brema iniziò immediatamente a pianificare viaggi attraverso lo stato con camion pieni di merci: la sua stessa comunità veniva costantemente ricostruita.

“Ho detto: ‘Eri qui a dicembre e ci hai aiutato'”, ha detto il sindaco di Brema Alan Miller Hindman al sindaco in una telefonata. “‘Ora è tempo che io restituisca il favore'”.

I funzionari hanno compiuto tali sforzi a testimonianza di una sorta di generosità radicata nella cultura del Kentucky, che si è evoluta nel corso di generazioni di difficoltà quando le comunità hanno dovuto fare affidamento l’una sull’altra.

Ma quel ciclo di sostegno potrebbe rendere più difficile riprendersi dalle turbolenze e dai disastri naturali che hanno attanagliato lo stato negli ultimi mesi. I funzionari hanno affermato sabato che almeno 25 persone sono rimaste uccise nelle inondazioni (questa cifra è stata aggiornata a 26 domenica mattina), ma l’intera portata del bilancio umano e della distruzione fisica potrebbero richiedere settimane per diventare chiara.

“Voglio dirvi perché continuiamo ad essere attaccati in Kentucky”, ha detto il governatore Andy Beshear durante un briefing in cui ha aggiornato i residenti sul numero di vittime in aumento ed ha espresso il senso di angoscia e esaurimento provato da molti nello stato. Dopo una serie di disastri lo scorso anno, tra cui una potente bufera di neve che ha tolto l’elettricità a 150.000 persone nel Kentucky orientale, le inondazioni improvvise lo scorso luglio hanno intrappolato molti nelle loro case e un raro tornado di dicembre ha scavato un percorso di distruzione di quasi 200 miglia e ucciso 80 persone .

READ  Il maltempo rende il Boston Logan Airport un viaggio da sogno

“Voglio dirvi perché le zone meno popolate continuano ad essere attaccate e perdono tutto”, ha proseguito il governatore. “Non posso dire perché, ma so cosa gli facciamo. E la risposta è tutto ciò che possiamo”.

Questi disastri, in particolare inondazioni e uragani, possono essere battute d’arresto devastanti per qualsiasi comunità. Ma qui sono particolarmente devastanti, colpendo le aree rurali che sono già profondamente vulnerabili dopo decenni di declino.

“Questi luoghi non hanno mai prosperato prima”, ha affermato Jason Bailey, direttore esecutivo di Kentucky Economic Policy, un think tank apartitico, citando l’erosione dell’industria del carbone e la perdita di posti di lavoro nel settore manifatturiero. “È una lunga strada anche per tornare dov’erano.”

Per le potenti comunità soggette a inondazioni, quella strada è appena iniziata.

Il peggior disastro si concentra in circa una mezza dozzina di contee nella regione degli Appalachi, all’estremità orientale dello stato. Le autorità hanno detto che almeno 14 persone sono morte nella contea di Knott, inclusi quattro bambini. Più di 1.400 persone sono state soccorse in barca ed elicottero e migliaia rimangono senza elettricità.

Le case furono rimosse dalle fondamenta. I ponti sono stati spazzati via, lasciando inaccessibili alcune comunità remote. “Ho visto doline formarsi dove non avrebbero dovuto esserci doline a causa dell’acqua corrente”, ha detto il giudice esecutivo della contea di Harlan Don Moseley.

La sua comunità ha subito solo piccole inondazioni, quindi negli ultimi giorni ha accompagnato i lavoratori del Dipartimento dei trasporti della contea con autocarri con cassone ribaltabile dotati di spazzaneve per liberare strade bloccate da fango e detriti nelle comunità vicine. La peggiore distruzione che ha visto è stata nelle contee di Knott e Letcher.

Nella contea di Breathitt sono stati confermati almeno quattro decessi, una dozzina di persone disperse e gran parte della contea era sott’acqua. Molte case nel quartiere scarsamente popolato erano ancora inaccessibili. La comunità stava già lottando per rimettersi in piedi dopo l’ultima alluvione.

“Abbiamo avuto un’altra alluvione, un’alluvione record, non 12 mesi fa, e molte famiglie stanno iniziando a rimettersi in carreggiata”, ha detto il coroner della contea Hargis Epperson. “Ora è successo di nuovo, questa volta peggio. Tutti hanno perso tutto due volte.

A Hazard, una città di oltre 5.200 persone nella contea di Perry, 24 adulti, cinque bambini e quattro cani alloggiavano presso la First Presbyterian Church, che sarebbe sicuramente vissuta nei prossimi giorni. Le loro case sono state allagate o distrutte da frane.

Alcuni di loro sono arrivati ​​coperti di fango e incrostati, ha detto Tracey Counts, un lavoratore della Croce Rossa presso la chiesa. Tutto ciò che aveva da offrire loro erano salviette per neonati; Niente acqua corrente.

“È un enigma difficile da risolvere, ma ci stiamo adattando e lo stiamo attraversando”, ha detto la signora Counts. “È difficile chiedere aiuto quando siamo tutti sulla stessa barca”.

Melissa Hensley Powell, 48 anni, è stata salvata dalla sua casa di Hardshell, una zona priva di personalità giuridica della contea di Breathitt, e portata in chiesa. Lei e il suo ragazzo trascinano fuori di casa il fratello paralizzato e portano un materasso su cui dormire. Sacchi dell’immondizia e ombrelli sono stati tenuti su di lui e asciugati.

Due giorni dopo il suo salvataggio, ha detto che la gravità di ciò che aveva sopportato si stava immergendo mentre mangiava un pranzo a base di pizza Little Caesars e acqua in bottiglia. “È solo l’inizio”, ha detto. “Siamo ancora su quella scarica di adrenalina.”

In chiesa, una congregazione ha affittato dei piccoli bagni. Le persone donano acqua, coperte e cibo per cani, riempiendo alcune cabine.

READ  Risultati UFC Vegas 65: Lewis vs. Spivac

“So che le persone hanno questa immagine del Kentucky orientale”, ha detto la signora Counts, riconoscendo la dolorosa percezione tra gli estranei della regione come poveri e sottoserviti. “Ma siamo i primi ad avanzare. ‘Come posso aiutare?’ Siamo i primi a chiedere”.

Ma ora, un assalto di disastri ha messo alla prova quel senso di sostegno in modi profondi.

È difficile collegare un singolo evento meteorologico al cambiamento climatico, ma le inondazioni e i tornado evidenziano gli impatti che il Kentucky deve affrontare. Per alcuni, sottolinea i fallimenti nella preparazione, poiché gli esperti prevedono più precipitazioni, inondazioni improvvise che diventano più brevi ma più potenti in termini di magnitudo e modelli meteorologici complessivi che diventano più irregolari.

“Questa è una nuova normalità di eventi incredibilmente catastrofici che sappiamo colpiranno le nostre comunità più vulnerabili.,Whitesburg, Ky. Alex Gibson, direttore esecutivo di Appalshop, un centro artistico e educativo nel , paragona i disastri causati dalle inondazioni nel Kentucky orientale al disastro che devono affrontare le nazioni insulari povere di tutto il mondo nell’era del cambiamento climatico.

In gran parte dello stato dopo inondazioni e cicloni, il sig. Bailey ha affermato che le infrastrutture erano già inadeguate e le comunità impoverite. “Abbiamo persone che vivono al limite”, ha detto.

“Tanta ricchezza è stata estratta”, ha detto. “In un paesaggio che è stato spogliato di alberi e colline, in particolare le inondazioni sono più probabili, più pericolose, più pericolose: è quello che stiamo vedendo”.

Per quanto le comunità vogliano dipendere l’una dall’altra per riprendersi da un disastro, può essere difficile mobilitare da sole le risorse necessarie.

Il giudice Moseley, che è un ufficiale della Kentucky Association of Counties, ha parlato degli effetti diffusi di gravi disastri.

Senza il supporto esterno, “non sarebbe sopravvissuto”, ha detto. “Solo le risorse del governo federale e la nostra fede in Dio ci aiuteranno a superare tutto questo”.

Shawn Hubler Rapporto contribuito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.