Il Giappone ha accusato un uomo sospettato di aver ucciso l’ex primo ministro giapponese Shinzo Abe


Tokio
Cnn

giapponese Un uomo sospettato di aver sparato all’ex primo ministro Shinzo Abe l’anno scorso è stato accusato, hanno detto i pubblici ministeri venerdì.

L’ufficio del procuratore di Nara ha dichiarato in una dichiarazione che Tetsuya Yamagami è stato accusato di omicidio e armi da fuoco dopo essere stato ucciso durante un discorso elettorale in una strada nella città di Abe l’8 luglio.

Il tribunale distrettuale di Nara ha confermato che la CNN aveva ricevuto l’accusa.

Yamagami è stato sottoposto a valutazione psichiatrica a Nara dal suo arresto lo scorso anno per determinare se è mentalmente idoneo a sostenere un processo, ha riferito l’emittente pubblica NHK. La sua detenzione preventiva è terminata martedì, ha aggiunto NHK.

Yamagami è stato arrestato sulla scena e ha confessato di aver sparato ad Abe, ha detto la polizia di Nara Nishi.

I medici hanno detto che il proiettile che ha ucciso l’ex primo ministro “abbastanza in profondità da raggiungere il suo cuore” ed è morto per un’emorragia abbondante.

Abe, 67 anni, ex leader del Partito liberaldemocratico e primo ministro più longevo del Giappone, ha prestato servizio dal 2006 al 2007 e di nuovo dal 2012 al 2020 prima di dimettersi per motivi di salute.

La sua uccisione in pieno giorno ha scioccato il mondo e ha inviato ondate di shock in tutto il Giappone. I leader mondiali hanno espresso le loro condoglianze mentre migliaia di persone hanno sfilato per le strade di Tokyo. Un completo e controverso Funerali di Stato Si è tenuto a settembre.

NHK ha riferito all’epoca che il sospetto aveva preso di mira l’ex primo ministro perché credeva che il nonno di Abe – un altro ex leader del paese – avesse aiutato l’espansione di un gruppo religioso che lo odiava.

READ  Il quadrante del destino dice Harrison Ford - The Hollywood Reporter

La CNN non ha potuto confermare in modo indipendente a quale gruppo si riferisse Yamagami, tuttavia, citando collegamenti con il primo ministro giapponese Kishida Abe. Chiesa Unita Durante una seduta parlamentare lo scorso settembre, l’ex primo ministro ha detto che ci sono stati limiti alla comprensione dei rapporti con il gruppo dopo la sua morte.

A ottobre, Kishida ha ordinato un’indagine sulla chiesa a causa della crescente corruzione che collegava il suo Partito Liberal Democratico (LDP) al governo al controverso gruppo religioso. I ministri si dimettono.

Originariamente conosciuta come Holy Spirit Association for the Unification of World Christianity, la chiesa è stata fondata in Corea del Sud nel 1954. Si è diffuso a livello globale negli anni ’80 ed è ancora prominente in alcune parti dell’Asia oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.