Il G7 punta a raccogliere 600 miliardi di dollari contro la Belt and Road cinese

Il 26 giugno 2022, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden partecipa a un pranzo con altri leader del G7 per discutere di come plasmare l’economia globale presso lo Yoga Pavilion a Schlos Elmaw, Guren, in Germania. Kenny Holston / Piscina via REUTERS

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

SCHLOSS ELMAU, Germania, 26 giugno (Reuters) – Un gruppo di sette leader domenica si è impegnato a raccogliere 600 miliardi di dollari in fondi pubblici e privati ​​in cinque anni per finanziare le infrastrutture tanto necessarie nei paesi in via di sviluppo e contrastare il vecchio, multimiliardario- cintura del dollaro e progetto stradale.

La nuova denominazione “Global Infrastructure and Investment Partnership” è stata rilanciata dal presidente degli Stati Uniti Joe Biden e da altri leader del G7 durante il loro incontro annuale di quest’anno a Schloss Elmau, nella Germania meridionale.

Biden ha affermato che gli Stati Uniti raccoglieranno 200 miliardi di dollari in sovvenzioni, fondi federali e investimenti privati ​​in cinque anni per sostenere progetti nei paesi a basso e medio reddito che aiuteranno ad affrontare i cambiamenti climatici e a migliorare la salute globale, l’uguaglianza di genere e le infrastrutture digitali.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

“Voglio essere chiaro. Questo non è aiuto o beneficenza. È un investimento che porterà entrate a tutti”, ha detto Biden.

Biden ha affermato che centinaia di miliardi di dollari potrebbero provenire da banche di sviluppo multilaterali, società di finanziamento dello sviluppo, fondi di proprietà sovrani e altro ancora.

La presidente della Commissione europea Ursula Van der Leyen ha dichiarato alla riunione che l’Europa raccoglierà 300.300 miliardi nello stesso periodo di tempo per creare un’alternativa sostenibile all’iniziativa cinese Belt and Road, introdotta dal presidente cinese Xi Jinping nel 2013.

READ  Elon Musk fa causa per il suo stipendio Tesla

Anche i vertici di Italia, Canada e Giappone hanno parlato dei loro piani, alcuni dei quali già annunciati separatamente. Il presidente francese Emmanuel Macron e il primo ministro britannico Boris Johnson non hanno partecipato, ma i loro paesi sì.

Il piano di investimenti della Cina include lo sviluppo e progetti in più di 100 paesi volti a sviluppare una versione moderna dell’antica rotta commerciale della Via della Seta dall’Asia.

I funzionari della Casa Bianca hanno affermato che il piano ha prodotto alcuni vantaggi tangibili per molti paesi in via di sviluppo.

Biden ha evidenziato una serie di importanti progetti, tra cui un progetto di sviluppo solare da 2 miliardi di dollari in Angola con il supporto del Dipartimento del Commercio, della US Export-Import Bank, della società statunitense Africa Global Schaefer e dello sviluppatore di progetti statunitense Sun Africa.

Insieme ai membri del G7 e all’UE, Washington fornirà 3,3 milioni di dollari in assistenza tecnica all’Institut Pasteur de Dakar in Senegal, che costruirà l’impianto di produzione multivaccino flessibile a livello di settore che potrebbe eventualmente sviluppare COVID-19 e altri vaccini, tra cui l’Unione Europea.Progetto.

L’Agenzia degli Stati Uniti per lo sviluppo internazionale (USAID) fornirà 50 milioni di dollari in cinque anni al Global Child Care Promotion Fund della Banca mondiale.

Friederike Roder, vicepresidente di Global Citizen, un gruppo senza scopo di lucro, ha affermato che gli impegni per un maggiore coinvolgimento nei paesi in via di sviluppo del G7 sarebbero un “buon inizio” e getterebbero le basi per una forte crescita globale per tutti.

I paesi del G7 contribuiscono in media solo allo 0,32% del loro reddito nazionale lordo, che è meno della metà dello 0,7% promesso, a sostegno della crescita, ha affermato.

READ  I principi William e Harry si uniscono alle persone in lutto con Catherine e Meghan

“Ma senza i paesi in via di sviluppo, non ci sarà una ripresa sostenibile nell’economia mondiale”, ha affermato.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Relazione di Andrea Shalal; Montaggio di Mark Porter e Lisa Schumacher

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.