Il creatore e le star di “The Crown” difendono lo spettacolo dalle affermazioni di insensibilità


Londra
CNN

Creatore”corona” ha risposto alle critiche sulla prossima nuova stagione, insistendo sul fatto che ha “un’enorme simpatia” per il nuovo re. Re Carlo III.

In anteprima su Netflix il 9 novembre, la quinta stagione del dramma di successo tratta del divorzio dell’allora principe e principessa di Galles, interpretati da Dominic West ed Emma Debicki.

Lo spettacolo, che ha vinto l’Outstanding Drama Series agli Emmy Awards dell’anno scorso, ha dovuto affrontare alcune critiche per la sua rappresentazione della famiglia reale.

Ora il creatore dello spettacolo, Peter Morgan, ha risposto nei commenti Varietà. Ha detto: “Penso che siamo tutti d’accordo sul fatto che gli anni ’90 siano stati un periodo difficile per la famiglia reale e re Carlo avrà sicuramente dei ricordi dolorosi di quel periodo.

“Ma con il senno di poi, ciò non significa che la storia sarà scortese con lui o con la monarchia. Lo spettacolo certamente non lo è. Provo molta simpatia per un uomo nella sua posizione – e in effetti una famiglia nella loro posizione A volte le persone sono più comprensive e compassionevoli di quanto ci aspettiamo.

West e Debicki si sono espressi in difesa dei produttori dello show, che ritengono abbiano affrontato l’argomento in modo sensibile.

Debicki – che interpreta Emma Corinne – ha detto a Variety: “Peter e l’intera troupe in questo lavoro fanno del loro meglio per gestire tutto con la massima sensibilità, verità e complessità, proprio come gli attori.

“Dal punto di vista di uno spettatore, la quantità di ricerca e osservazione e conversazioni e conversazioni, qualcosa che non si nota mai è enorme. Da quel primo incontro. [with] Peter, so di essere entrato in questo posto prendendolo sul serio [in] Un modo profondamente premuroso. Quindi questa è stata la mia esperienza dello spettacolo.

READ  I futures sulle azioni erano piatti mentre Wall Street guardava avanti ai dati chiave sull'inflazione

West, che ha preso il posto di Josh O’Connor, ha definito raccontare la storia del periodo difficile “una pesante, pesante responsabilità … e penso che tutti prendiamo molto sul serio”.

I commenti di Morgan e del suo cast arrivano pochi giorni dopo che l’ex primo ministro britannico John Major ha definito il suo mandato come “finzione danneggiata e maliziosa” e un “carico di botte”, e ha difeso lo spettacolo di Netflix come una “drammatizzazione fantasy”. Senza senso.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.