I missili russi hanno colpito le strutture energetiche e l’impianto di difesa ucraini

  • La Russia lancia nuovi attacchi missilistici in Ucraina
  • Due morti sono state segnalate durante la notte nel sud-est dell’Ucraina
  • Gli impianti di produzione del gas sono stati danneggiati, dice Naftogaz

KYIV, 17 nov (Reuters) – La Russia ha colpito giovedì gli impianti energetici dell’Ucraina e la sua più grande fabbrica di propulsori missilistici con nuovi attacchi missilistici che i funzionari ucraini hanno condannato come terrorismo.

Le esplosioni hanno scosso città tra cui il porto meridionale di Odessa, la capitale Kiev, la città centrale di Dnipro e la regione sud-orientale di Zaporizhia. Due persone sono state uccise lì, hanno detto i funzionari.

Il primo ministro Denis Schmihal ha affermato che gli obiettivi di una seconda ondata di attacchi missilistici pesanti questa settimana includevano il grande impianto di difesa di Bivdenmash a Dnipro. Non ha fornito dettagli su eventuali danni, ma la società energetica statale Naftogaz ha affermato che gli impianti di produzione di gas nell’Ucraina orientale sono stati danneggiati o distrutti.

Il presidente Volodymyr Zelenskiy ha rilasciato un filmato, girato da una telecamera dell’auto, che mostra il viaggio di un guidatore attraverso Dnipro interrotto da un’enorme esplosione davanti, che ha inviato fiamme e fumo nero nel cielo.

“Qualunque cosa vogliano i terroristi e qualunque cosa cerchino di ottenere, dobbiamo superare questo inverno ed essere ancora più forti in primavera di quanto siamo adesso, ancora più pronti per la liberazione di tutto il nostro territorio di quanto non siamo ora”. Egli ha detto.

Almeno 15 persone sono rimaste ferite a Dnipro, tre nella città nord-orientale di Kharkiv e almeno una a Odesa, hanno detto funzionari locali. Funzionari ucraini hanno riferito di pesanti combattimenti in alcune parti dell’Ucraina orientale.

READ  Best Buy Flash 48 ore di vendita: troviamo 6 migliori offerte tecnologiche

Il sindaco della città di Melitopol, nel sud-est dell’Ucraina, ha detto che non c’era riscaldamento in città. Altre aree sono già soggette a blackout per risparmiare energia dopo i danni causati dagli attacchi aerei di martedì.

L’amministratore delegato di DTEK, il più grande fornitore di energia privato dell’Ucraina, ha affermato che interruzioni prolungate in alcune regioni potrebbero durare per giorni.

“Sfortunatamente, potrebbero esserci alcune ore di elettricità”, ha detto Dmytro Sakarchuk, secondo l’agenzia di stampa Interfax Ucraina. “Sono due o tre ore al giorno.”

Alcuni missili russi sono stati distrutti

La Russia, che ha invaso l’Ucraina a febbraio, ha intensificato gli attacchi alle strutture energetiche ucraine nelle ultime settimane. Mosca ha respinto le accuse di terrorismo, affermando che le sue operazioni militari mirano a sradicare pericolosi nazionalisti e proteggere i russofoni.

L’Ucraina afferma che le sue difese aeree hanno abbattuto diversi missili e droni lanciati nelle ultime settimane. I funzionari della città di Kiev hanno detto che quattro missili e cinque droni Shahed di fabbricazione iraniana sono stati distrutti giovedì vicino alla città.

Gli ultimi attacchi hanno spinto i funzionari ucraini a lanciare nuovi appelli ai suoi alleati internazionali affinché inviino più sistemi di difesa aerea. Hanno anche affermato che l’Ucraina rimarrà ferma.

“Il nemico pensa di poter indebolire le nostre difese e pugnalarci alle spalle con attacchi energetici. Questa è una tattica ingenua di perdenti codardi, e noi siamo pronti”, ha scritto in un telegramma il capo dello staff di Zelenskiy, Andriy Yermak. “Non vinceranno, li schiacceremo”.

Segnalazione aggiuntiva di Max Hunter, Dan Peleschuk e Aleksandar Vasovic Montaggio di Timothy Heritage

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

READ  La fuoriuscita dell'oleodotto di Drushpa interrompe il flusso di petrolio russo verso la Germania

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.