I Buffalo Bills hanno avuto i due minuti più folli nella storia della NFL… di nuovo | Fatture di bufalo

wChicken Patrick Mahomes e Josh Allen sono andati entrambi in punta di piedi Il thriller dei playoff di gennaio, era inconcepibile che qualsiasi gioco in futuro (o qualsiasi futuro) potesse eguagliare la sua follia. Bene, tieni la nostra birra, dicevano i Vikings and Bills domenica.

I Bills hanno subito la stessa sorte di quella partita di playoff, una disastrosa sconfitta per gli straordinari. 33-30 questa volta. Josh Allen era sconvolto quanto lo era a gennaio. Ma non dalle regole della NFL Ha smesso di prendere la palla Negli straordinari. In questo momento Allen era uno dei principali colpevoli della perdita.

Gli errori di Allen erano un tema ricorrente, ma solo una fetta del calcio avvincente che abbiamo vissuto negli ultimi minuti del regolamento di domenica. Per riassumere il cervello fritto in fase di morte (compito non facile):

— I vichinghi sono in svantaggio 27-23 (grazie a un punto extra mancato sul touchdown di CJ Hamm) e hanno bisogno di un touchdown per vincere.

— Un drive da 12 giochi e 75 yard in cui Justin Jefferson dimostra di non essere un uomo. Indipendentemente dal numero di difensori, il ricevitore coglie tutto alla sua vista. Ciò includeva un’incredibile cattura con una sola mano di 32 su quarto e 18.

— Tutti gli sforzi sono stati inutili poiché i Vikings sono stati infilati sulla linea di porta in un drive che includeva una trasferta di Kirk Cousins ​​e la presa di Jefferson che è stata regolata sulla linea di una yard dopo essere stata inizialmente dichiarata touchdown. Un fuorigioco avvicina i Vikings ma non riescono a spingere Cousins ​​oltre la linea di fondo al quarto down. I Bills stanno tornando alla vittoria. (Sarebbe abbastanza ansiogeno per i non fan di Bills e Vikings. Non riesco a immaginare come si siano sentiti i veri fan.)

— Poi, con 41 secondi rimasti ei Bills in vantaggio per 27-23, arriva un brutto snap per porre fine a tutti i brutti snap dei Bills sulla propria linea di una yard. I Vikings afferrano una palla vagante nella endzone di Bills e prendono un vantaggio di 30-27 (mi stai prendendo in giro?)

— Trentasei secondi sono stati più che sufficienti per Allen per portare i Bills nel range del field goal. Forse non avrebbe dovuto fermarsi) Il field goal da 29 yard di Tyler Bass era buono. Faremo gli straordinari! (Questo gioco non è affatto finito nel regolamento.)

— Il Minnesota ha vinto il sorteggio e ha ottenuto grandi successi. Perderemo di nuovo Alan? Non c’è modo. I vichinghi potevano radunare solo un canestro. Che ne dici, Bills?

— Allen fa una buona corsa, prendendo grossi pezzi con le gambe e la forza. Ma poi lancia Nelle mani di Patrick Peterson. Gioco finito.

Fu un duro colpo per Buffalo, che era in vantaggio 27-10 nel terzo quarto. Quando sembrava che la partita fosse finita, Allen si è preso la colpa per il brutto scatto, una bella dimostrazione di leadership, ma il suo processo decisionale quando contava ora è un legittimo motivo di preoccupazione. Nelle ultime due partiteAllen ha lanciato quattro intercettazioni, Tre In zona rossa e touchdown. I conti sono 0-2 in quell’intervallo. Ad un certo punto di questa stagione, i Bills sembravano la migliore squadra di calcio. Ora sono 6-3 e pareggiano con i New York Jets per il secondo posto nell’AFC East. (I Jets possiedono il tie-break, grazie a un migliore record di divisione).

L’unica consolazione per Buffalo era che non era una partita di playoff e Allen stava giocando con una gomitata. Quasi una certezza fino al calcio d’inizio. Il quarterback ha comunque mostrato la forza del braccio e l’atletismo domenica: dopotutto, Allen è migliore della maggior parte dei quarterback con il 75% e può scrollarsi di dosso gli errori mentali di prima nella sua carriera. Le ruote non sono cadute a Buffalo – il gomito di Allen continuerà a guarire, e ad un certo punto, Tretavious White farà il suo debutto nel 2022 – ma devi chiederti se questa squadra è condannata quando si tratta di questi risultati impressionanti.

Per quanto riguarda il Minnesota: Hello world, incontra i Vikings 8-1. Molti NFL I fan non hanno prestato molta attenzione ai quarterback dei Vikings perché non erano i migliori. Ma accidenti, i cugini possono tornare in voga? Segnato domenica il quinto In questa stagione ha pareggiato un record NFL per il quarto quarterback. In particolare, Von Miller si è animato nel secondo tempo per il 27-10 a Buffalo. L’argomento secondo cui il record dei Vikings era dovuto all’affrontare squadre più deboli e una serie di quarterback di riserva può ora essere respinto. Poiché l’unica sconfitta del Minnesota in questa stagione contro gli imbattuti Philadelphia Eagles ha mostrato a Buffalo, c’è molto da apprezzare.

MVP della settimana

Tua Tagovailoa è stato il primo battitore dei Miami Dolphins in questa stagione. Foto: Wilfredo Lee/AP

Tua Tagowailoa, quarterback, Miami Dolphins. All’inizio della stagione, i sospetti di Dua erano in fila per miglia. Si dice che non guardasse la parte né avesse la forza del braccio. I Dolphins dovrebbero guardare Deshaun Watson o Russell Wilson, hanno detto. Bene, è una buona cosa che la serie di scuse sia stata lunga, perché Tagovailoa ha ottenuto un’altra prestazione sensazionale che ora conduce i Dolphins 7-3. Vinto 39-17 sui Cleveland Browns. Tagovailoa è stato quasi impeccabile, passando per 285 yard e tre touchdown. Avere armi come Tyreek Hill aiuta, ma Tagovailoa merita un carico di barche per l’impennata di Miami. Il suo punteggio di 118,4 passanti in questa stagione è il più alto di un quarterback del terzo anno nella storia della NFL.

Video della settimana

Tom Brady ha cercato di mostrare i suoi numerosi talenti per un pubblico tedesco, ma è inciampato lungo la strada. Da solo. Brady ha detto che avrebbe bloccato la scelta se non avesse affrontato il difensore e non si fosse inserito in campo. Bene…

Fortunatamente per Brady, questa intercettazione e quella che ha lanciato mentre crollava come quarterback contavano poco per i Tampa Bay Buccaneers. Una vittoria decisiva per 21-16 sui Seattle Seahawks. La difesa dei Bucs è stata fantastica nel primo tempo, facendo pressioni su Geno Smith a volontà e tenendo i Seahawks a reti inviolate. Dall’altra parte della palla, i Bucs hanno finalmente trovato un attacco in corsa, con Rachad White che ha guadagnato 105 yard in 22 tentativi.

Il pubblico di Monaco è stato fantastico. Hanno inchiodato l’onda, hanno suonato a squarciagola Take Me Home, Country Roads e sono rimasti allo stadio dopo la partita, ondeggiando, cantando e ammirando la scena della NFL.

Citazione della settimana

Jim Irsay: “Le impronte di Jeff sono ovunque su questa vittoria”.

Ha detto che la squadra ha semplificato molto il playbook e ha dato ai suoi assistenti molte responsabilità sabato.

— Zak Keefer (@zkeefer) 14 novembre 2022

Poi è stato presentato Jim Irsay Jeff Saturday è il suo noleggio non convenzionale Ha funzionato nella prima settimana. Secondo Irsey, sabato ha delegato molto ai suoi assistenti, che hanno semplificato il playbook. L’effetto è stato 25-20 vittoria I Las Vegas Raiders e Josh McDaniels si separarono prima che iniziasse il suo incarico di capo allenatore con Indianapolis. Lo staff tecnico dei Colts ha iniziato a mettere in panchina Matt Ryan a partire dalla settimana 7. Ryan, più una linea offensiva stretta e il ritorno di Jonathan Taylor, sono 1-0 come capo allenatore fino a sabato.

Statistica della settimana

McDaniels è 6-0 per iniziare la sua carriera di capo allenatore. Da allora, lui 7-24. I Raiders di McDaniels sono vacillanti: ne hanno persi quattro di fila e giocano a calcio irregolare. Hanno commesso 10 penalità per 74 yard domenica. Derek Carr ha iniziato la partita 0-5, ma è stato in grado di apportare modifiche. Indipendentemente da come ti senti nei confronti dei piloti, vale la pena vedere l’auto dopo la partita, sentirsi emotivi e “spaventati”. Non è un diritto felice.

Altrove in giro per la lega

Justin Fields (a destra) si guarda alle spalle mentre lascia i difensori dei Lions.
Justin Fields si guarda alle spalle mentre lascia i difensori dei Lions. Foto: Danon Mowry/EPA

— L’ex leader dei Bears Muhsin Muhammad una volta definì Chicago “un luogo dove muoiono i ricevitori”. Grazie a quarterback come Rex Grossman, Jay Cutler e Mitch Trubisky (molti, molti, molti) questa affermazione si è rivelata vera. Ma ora sembra che l’impossibile sia accaduto e in Justin Fields i Bears hanno trovato un quarterback che non è solo abile e atletico, ma anche divertente da guardare.

Orsi La sconfitta di domenica per 31-30 contro i Detroit Lions Ma Fields ha rubato la scena, soprattutto sul campo. Una settimana dopo aver accumulato 178 yard in corsa, Fields corse per altre 147 e rappresentò quattro touchdown. Sfortunatamente ha aggiunto i Big Six in tempo, ma il futuro sembra roseo.

— Aaron Rodgers Non ci sono buone parole Al suo allenatore Matt LaFleur, che ha giocato in modo prudente negli ultimi due minuti del regolamento invece di vincere contro i Dallas Cowboys di Mike McCarthy. Imballatori di Green Bay Alla fine ha vinto 31-28 Gli straordinari e il breakout game di Christian Watson hanno contribuito a invertire uno svantaggio di due punti. Ma Green Bay è ancora 4-6 e il rapporto quarterback-head coach è gelido come sempre.

— DJ Watt è tornato ai Pittsburgh Steelers dopo un’assenza di sette partite e ha prontamente effettuato due contrasti. Il cornerback Levi Wallace ha parlato della presenza di Watt dopo la partita, “influenzando tutto”. Gli Steelers New Orleans ha superato i Saints 20-10.

READ  Studi Boeing, gli Stati Uniti approvano il piano di rilavorazione per riprendere le consegne di 787

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.