Guerrieri contro.. Celtics: Nove giocate per illustrare la principale vittoria di Golden State in Gara 5 nella finale NBA del 2022

Il Golden State Warriors Manca una vittoria a un campionato. In un certo senso, la vittoria in Gara 5 è stata l’opposto della vittoria in Gara 4: dopo che Stephen Curry aveva battuto DD Gordon di 43 punti nel tiro 14 su 26 venerdì, aveva solo 16 anni per 7-22. La sparatoria è avvenuta lunedì al Chase Center al 104-94. In un altro modo, era molto simile: i Warriors hanno vinto per 10 punti, si sono fermati Boston Celtics Nel quarto trimestre un attacco inefficiente ha rotto la prestazione.

Ecco nove giochi che illustrano il gioco 5:

1. Ehi, buon inizio

Nelle prime quattro partite della finale NBA, Golden State ha gradualmente inclinato il suo attacco verso il carbone che correva ad alti pick-and-roll. Tuttavia, ha iniziato il gioco 5 con il movimento Classic Warriors. Curry Otto ha passato la palla a Porter Jr. e poi ha tagliato la linea di fondo mentre la faccia di Al Harford lo stava aspettando. Robert Williams III sta difendendo la palla, quindi non c’è protezione dal bordo quando Porter scivola su uno schermo, Harford è interessato a Curry:

I Celtics hanno fatto un ottimo lavoro nel difendere l’azione off-ball di Golden State, ma ciò non significa che l’allenatore Steve Kerr non farà dei big and roll coerenti. I Warriors vogliono che Boston faccia molte cose perché per ogni azione i difensori devono pensare e comunicare.

Il primo possesso del gioco forniva un elegante microcosmo La battaglia si svolge ogni volta che c’è una palla Golden State. Difendere i guerrieri è stancante e credono che se continuano a far funzionare le loro cose, l’avversario alla fine si stancherà. Segnare contro i Celtics è faticoso e credono che se sono rinchiusi e limitano i loro errori, l’avversario alla fine si stancherà. Qui, Golden State ha colpito l’interruttore con una scivolata, ma Tremond Green ha dovuto mantenere perfettamente il suo passaggio e Porter ha dovuto colpire il giro sopra le braccia tese di Jason Totem.

Questo secchio è stato l’inizio della corsa 14-4 Warriors, in cui Carrie aveva solo due punti.

2. Gioco semplice

Nella vittoria di apertura della serie di Boston, Totem ha realizzato 13 assist e Harford sei 3. In Gara 3, l’altro successo dei Celtics è arrivato quando Totem ha ottenuto nove assist e hanno effettivamente preso di mira Curry. L’ultimo possesso di questo secondo quarto, che si conclude con Dodamin Harford Kickout 3, spiega l’impatto che Boston ha avuto sulla serie:

Tottam è caduto nella vernice con buone pause intorno a lui, la difesa è crollata e Andre Igudala ha colpito Harford per l’Open 3, facendogli pensare che stesse passando Jaylan Brown nell’angolo. Il problema di Boston è che non sta succedendo abbastanza. È stata la seconda partita da 3 punti dei Celtics – hanno saltato le prime 12 – e il Totten ha chiuso con quattro assist. Tutti gli altri suoi aiuti sono arrivati ​​​​nel terzo quarto e il loro dominio non è stato una coincidenza.

READ  Il rappresentante Sean Gaston vincerà la nomination democratica nel 6° distretto congressuale dell'Illinois

L’allenatore di Boston Ime Utoga ha detto: “Quando siamo al nostro meglio, è semplice movimento della palla.” Penso che sia stato mostrato nel terzo quarto. La spinta e il calcio sono stati belli, hanno funzionato e i ragazzi hanno sparato con il bianco”.

3. Proprio come l’hanno disegnato

Ecco una sequenza profondamente bizzarra: dopo il doppio di Tottenham e Stolen, Curry ha rifiutato di prendere il pull-up 3 nel cambio, forse spaventando Robert Williams III alle sue spalle. Ha dato la palla a Green, che l’ha mandata a Clay Thompson sul lato opposto a sinistra. Thompson colpisce vicino a Horford, poi una corsa scandalosa con una gamba sola su Williams, oh, 17 piedi o più? Guarda la reazione di Green mentre va:

Thompson ha concluso con 21 punti nel tiro da 7 a 14, di cui da 5 a 11 dalla profondità. Questo è un tiro oggettivo assurdo. Mettendo da parte qualsiasi partita NBA, per non parlare della quinta partita delle finali NBA, ma era Thompson, quindi non sono rimasto scioccato quando sono entrato.

Perché ho aggiunto questo? Perché i Warriors hanno avuto nove delle due rapine a Boston e cinque di quei furti del Golden State hanno portato direttamente ai secchi dall’altra parte. (Gli altri quattro: tre pull-up sbagliati dal curry e un fallo di tag.) L’abbiamo già visto.

4. Sorpresa!

I Celtics non hanno cambiato completamente il modo in cui hanno difeso il Curry, ma sono stati molto aggressivi nella loro selezione. Qui, lanciano un sorprendente doppio verso di lui, ma Curry allontana silenziosamente il Totten dalla sua strada, esplorando e trovando costantemente Gary Baton II con un passaggio nitido e mancino:

È il mio preferito degli otto assist di Curry e mostra perché i Celtics sono riluttanti a metterne due in palla contro di lui. Ha mancato tutti e nove i suoi 3 punti, ma ha comunque lasciato il segno nel gioco.

“Usa l’aggressività contro di loro”, ha detto Curry. “Sto entrando nella vernice. La verità è che, sai, non so se ho più di cinque assist nelle prime quattro partite, e quel numero totale aumenta, e ne siamo esclusi molti di più perché abbiamo modi diversi Anche se non sto cercando di dare la caccia ai colpi, usare il movimento della palla e usare tutti i tipi di oggetti come il normale basket dei Warriors, è una sensazione. Tuttavia, non perderai la tua aggressività. Non crei scene come al solito.

5. È un Veloce Rompere

Dopo essere rimasti in svantaggio di cinque, i Warriors hanno giocato una serie di cambi alla fine del terzo quarto e all’inizio del quarto. Forse ricorderai Jordan Pool Bank-in, battito del cicalino3Ma ecco un’altra cosa dolorosa da guardare in un film con Green e Baton a tutta velocità:

È la terribile difesa del cambiamento di Boston ed è un simbolo della mentalità del Golden State. Questo non è un gioco di curry, quindi dovrebbe accumulare più punti possibile. In questo caso, quando i Warriors non hanno numeri, il green spinge il ritmo e invia il passaggio di rimbalzo dove deve trasformare il gap 2 contro 3 in due punti – appena in tempo.

Dopo la vittoria, l’allenatore del Golden State Steve Kerr ha dichiarato: “La risposta che ho avuto alla corsa di Boston è stata la chiave del gioco.

Green parla di giocare con la “forza” A quasi tutte le conferenze stampa durante la finale. Questo semplicemente non significa giocare in difesa fisica; Creare giocate aggressive come questa, creare occasioni da gol ad alta percentuale dal nulla contro difese che non ne consentono molte.

6. Aspetto ruvido

A nove minuti dalla fine prima che i Warriors potessero prendere un vantaggio di 13-0, Marcus Smart ha eseguito una tripla mano dalla linea Brown appena fuori dalla linea dei 3 punti. Era così alto che Green, che stava aspettando l’intelligente, è semplicemente andato sotto lo schermo. Invece di cercare di salvare la piscina un secondo atto, Brown ha trasformato il verde uno per uno. Può creare questo pull-up 3, ma non è facile:

Capisco che abbia dato un po’ di spazio a Green Brown, ma con 14 punti sul cronometro dei 22 punti, 11 punti in meno, questo scatto non mi è piaciuto. I Celtics a questo punto avevano un piccolo margine di errore, quindi se chi difende l’isolamento non fosse un difensore debole avrebbe dovuto fare più di un atto, cercando un possesso isolato. È stata dura dopo aver sentito Camille Boston lamentarsi della sua partita “stagnante” in ritardo in precedenza.

Utoka ha suggerito che la fatica potrebbe aver contribuito al processo decisionale della squadra.

7. Wiggins salva la giornata

Prima che lo sparo entrasse dentro, pensavo fosse una decisione terribile presa da Andrew Wiggins:

Dopo il passaggio, Carrie guarda Vicki, prima indicando Thompson e poi chiamando la palla a se stesso. Wiggins ha altre idee, prendere due triple ed entrare in una specie di gancio perfetto contro Harford. Era molto ambizioso per me, ma non dovrebbe esserlo: aveva già fatto diversi tiri in competizione sul rimbalzo e pochi minuti dopo avrebbe fatto quasi la stessa cosa contro la Williams.

Wiggins ha chiuso con 26 punti su 23 su 12 e 13 rimbalzi. Ha guadagnato i suoi punti in tutti i modi, non solo fracassando vetri, correndo per terra e colpendo spot-up 3. (In effetti, ha mancato sei dei suoi tentativi da 3 punti.) Quando Curry aveva freddo, è stato costretto a salvare un possesso. Che serie è.

“È decisamente ottimista”, ha detto Kerr. “Si è sicuramente goduto i playoff. Ama la sfida. Ama la competizione. E ha visto un ruolo importante nella nostra squadra, e penso che questo gli dia potere. Sa quanto abbiamo bisogno di lui, quindi è stato fantastico”.

8. Rilascia il passaggio GPII

In meno di cinque minuti sul cronometro, Golden State ha attivato il suo fidato post-split: la stecca passa dal perimetro al verde, quindi imposta uno schermo al curry, solo che questa volta il curry non lo usa, ma lo taglia invece. Paint, dove Green lo trovò fluttuante:

È un’ottima lettura con il brillante blocco superiore di Curry, ed è un altro passaggio perfetto di Green. Ma è un esempio di come i guerrieri si abituano al loro nemico: sanno che Williams ignora Baton, il che lo rende una sceneggiatura pericolosa. Curry sa cosa Williams si aspetta che provenga dallo schermo a sinistra, quindi la protezione del cerchione è a un paio di passi per sparare.

9. Non il tipo di “forza” che desideri

Ecco, Totem sta guidando a sinistra contro Wiggins, prendendo la sua tripla e sbagliando il jumper del turnaround sul green:

Nessuna padronanza, nessuna proiezione, niente. I Warriors sono un’ottima difesa contro questo approccio. Non è un bar perché è improbabile che Boston distrugga comunque il vantaggio di 12 punti. Ma in contrasto con il modo in cui Golden State gioca in modo offensivo, sembrava pessimista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.