Gli archivi nazionali avvertono gli avvocati di Trump di aver perso la corrispondenza del maggio 2021 con il leader nordcoreano



CNN

Gli archivi nazionali hanno avvisato gli avvocati dell’ex presidente Donald Trump nel maggio 2021 che la corrispondenza di Trump con il leader nordcoreano Kim Jong Un – e due dozzine di scatole di documenti – mancavano. Nuova corrispondenza Gli archivi sono stati rilasciati lunedì.

Il consigliere generale della National Archives and Records Administration Gary Stern ha scritto una lettera del 6 maggio 2021 agli ex avvocati della Casa Bianca di Trump Patrick Philbin, Mike Purpura e Scott Kast in un documento sulla libertà di informazione da cui mancavano gli scambi di Trump con Kim e la lettera che ha ricevuto il suo predecessore, il presidente Barack Obama.La lettera, diffusa lunedì, rispondeva a decine di richieste della legge.

Nell’e-mail, Stern ha chiesto l’aiuto degli avvocati per garantire che gli archivi ricevano tutti i documenti presidenziali richiesti dalla legge.

“Siamo consapevoli del fatto che circa due dozzine di documenti presidenziali originali sono stati conservati nella residenza della Casa Bianca durante l’ultimo anno dell’insediamento del presidente Trump e che non sono stati trasferiti alla NARA nonostante la determinazione di Pat Cipollone che dovrebbero essere negli ultimi giorni dell’amministrazione “, ha scritto Stern. “Ho sollevato questa preoccupazione con Scott nelle ultime settimane”.

CNN riportato in precedenza Gli archivi stanno lavorando per ottenere i documenti presidenziali da Trump per tutto il 2021.

La lettera, pubblicata lunedì, fornisce maggiori dettagli che mostrano come gli archivi si siano impegnati per mesi con la squadra di Trump prima di consegnare 15 scatole di oggetti conservati nel resort di Trump a Mar-a-Lago a gennaio.

In una lettera del maggio 2021 ai rappresentanti di Trump resa pubblica lunedì, Stern ha scritto che “non possiamo rendere conto di alcuni documenti cartacei/di testo”, citando le lettere che Trump ha scritto da Kim e Obama.

“Ad esempio, la corrispondenza originale tra il presidente Trump e il leader nordcoreano Kim Jong-un non ci è stata consegnata; ci risulta che nel gennaio 2021, poco prima della fine dell’amministrazione, gli originali siano stati inseriti in un raccoglitore per il presidente, ma non sono mai stati restituiti all’Office of Records Management per il trasferimento a NARA”, ha scritto. .

Stern ha aggiunto che mancava anche la lettera di Obama, aggiungendo che le biblioteche presidenziali di altri archivi presidenziali conservano copie di lettere simili. “È necessario che questo sia concesso anche a noi”, ha scritto.

Gli archivi hanno indicato che stanno anche cercando di ottenere record elettronici dall’amministrazione Trump. Venerdì, gli archivi hanno dichiarato in una lettera al comitato di sorveglianza della Camera che mancavano ancora tutti i documenti richiesti dall’amministrazione Trump perché i funzionari hanno utilizzato e-mail private per condurre affari ufficiali del governo e non hanno consegnato quelli richiesti dalla legge.

I documenti consegnati da Trump all’inizio di quest’anno includevano numerosi documenti classificati, spingendo l’archivista a inviarli al Dipartimento di Giustizia.

Ma gli archivi hanno trattenuto più di 1.000 pagine della maggior parte della corrispondenza dal rilascio pubblico, citando eccezioni alla FOIA, comprese le indagini giudiziarie in corso e le discussioni degli archivi con i rappresentanti di Trump.

In una lettera ad American Oversight, uno dei gruppi in cerca di documenti dagli archivi, gli archivi hanno pubblicato 11 pagine e ne hanno trattenute 298, affermando di avere 309 pagine di documenti relativi alla corrispondenza con i rappresentanti di Trump fino al 31 marzo 2022. L’agenzia ha affermato che 295 pagine sono state sospese a causa di potenziali interferenze con le forze dell’ordine.

Gli archivi hanno identificato 1.303 pagine di e-mail tra archivisti e altre agenzie come gli uffici del Congresso. L’agenzia ha rilasciato 54 pagine da quella cache, inclusa la corrispondenza con il Comitato di sorveglianza della Camera, mentre ha trattenuto 1.249 pagine.

C’era l’Archivio Nazionale Detto prima Almeno 15 scatole di documenti della Casa Bianca, inclusi alcuni classificati, sono state recuperate dal resort di Trump a Mar-a-Lago a gennaio. Nella ricerca dell’8 agosto, l’FBI ha recuperato 11 serie di documenti classificati, incluso del materiale denominato “Top Secret/SCI”, uno dei più alti livelli di classificazione.

Il Lo ha riferito il Washington Post Lunedì, dopo che il lotto di documenti è stato recuperato, Trump ha chiesto a uno dei suoi avvocati, Alex Cannon, di dire all’archivio di aver restituito tutto il materiale richiesto a febbraio.

Cannone Ha rifiutato di farlo a causa dei dubbi che altri documenti richiesti potessero essere ancora a Mar-a-Lago, una posizione supportata da altri consiglieri di Trump, hanno detto a The Post persone che hanno familiarità con la questione.

Trump ha chiesto al suo team di rilasciare la stessa dichiarazione che aveva ordinato, dicendo di aver restituito “tutto” richiesto dagli archivi, ma non è stata rilasciata a causa di preoccupazioni simili, ha riferito il Post.

Una dichiarazione del team di Trump è stata infine rilasciata il 10 febbraio Lo ha riferito la CNN in quel momento Non diceva che tutti i documenti erano stati restituiti, ma piuttosto che le scatole erano state consegnate “in modo molto amichevole”.

Questa storia è stata aggiornata con ulteriori dettagli.

READ  Herschel Walker funge anche da badge "prop" nel video della campagna con lo sceriffo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.