Fonti affermano che Cassidy Hutchinson è stato uno dei testimoni che il mondo Trump ha cercato di influenzare

La rappresentante del GOP Liz Cheney del Wyoming, vicepresidente del comitato, ha detto al comitato durante l’udienza di martedì di aver sentito due testimoni – di cui non ha fatto il nome – da persone legate al mondo dell’ex presidente Donald Trump. Per intimidirli. Fonti dicono alla CNN che Hutchinson è uno di quei testimoni.

La squadra ha concluso la presentazione martedì Nel loro processo di successo Mostrando esempi di testimonianze che descrivono testimoni a cui le persone vicine all’ex presidente hanno chiesto di essere fedeli a lui e alla sua amministrazione.

“Di solito chiediamo ai testimoni associati all’amministrazione o alla campagna del signor Trump se sono stati contattati da qualcuno dei loro ex colleghi o da chiunque altro abbia cercato di influenzare o influenzare la loro testimonianza”, ha detto Cheney durante l’udienza. I testimoni hanno risposto a questa domanda.

In entrambi gli esempi, il gruppo ha mostrato una testimonianza in cui l’ex presidente ha affermato di essere concentrato sull’essere invitato dal gruppo e sperava che sarebbero rimasti con Trump.

La sicurezza di Hutchinson era una delle principali preoccupazioni della squadra che ha portato alle indagini. Questo è parte del motivo per cui hanno tenuto segreta la sua identità prima dell’incontro.

Hutchinson, un aiutante dell’allora capo dello staff della Casa Bianca Mark Meadows, ha testimoniato per quasi due ore martedì e ha registrato in una testimonianza a porte chiuse che Meadows e Trump sono stati ripetutamente avvertiti di problemi di sicurezza all’inizio di gennaio e quel giorno. 6, 2021, manifestazione e rivolta. Hutchinson ha anche testimoniato su come Trump abbia fatto diversi tentativi di visitare il Campidoglio il 6 gennaio.

Notizie di Punchbowl Hutchinson era tra i testimoni citati a conclusione dell’udienza di martedì, ha riferito First.

I membri del comitato hanno suggerito che i due esempi presentati erano solo una parte delle prove relative all’intimidazione dei testimoni.

READ  Trump prende il quinto emendamento nella deposizione di New York: avvisi in tempo reale

Il rappresentante Adam Schiff, democratico della California, un membro del comitato, ha detto alla CNN che il comportamento faceva parte del comportamento dell’ex presidente.

“Certamente abbiamo visto una storia di ex presidenti che cercavano di influenzare o intimidire i testimoni”, ha detto Schiff.

Un portavoce del comitato ristretto ha rifiutato di commentare le affermazioni del comitato di intimidazione di testimoni.

All’udienza di martedì, Cheney ha affermato che la giuria aveva “prove di pratiche specifiche che sollevano preoccupazioni significative”.

Un testimone, ha detto Cheney, ha descritto le telefonate di persone interessate alla testimonianza di quel testimone. Il testimone senza nome ha detto alla giuria: “Quello che mi hanno detto è che finché continuerò a essere un giocatore di squadra, sanno che sono nella squadra giusta. Sto facendo la cosa giusta. Sto proteggendo. Chi io “Dovrei proteggere, sai, continuerò ad essere in buone grazie in un mondo Trump. E mi hanno ricordato due volte che Trump leggerà le trascrizioni”.

Il secondo esempio fornito da Cheney è stato quando è stato chiamato un testimone: “Ho un uomo che mi ha informato che domani avrà la tua confessione. Vuole che ti faccia sapere che sta pensando a te. Sa che sei fedele. E lo sei farai la cosa giusta quando andrai alla tua confessione”.

In Un’intervista a “Good Morning America” ​​della ABC È andato in onda giovedì, chiedendo a Cheney informazioni sulle accuse di intimidazione o influenza sui testimoni.

“È molto serio”, ha detto Cheney. “Va davvero al cuore del nostro sistema legale. Ed è qualcosa che la commissione esaminerà sicuramente”.

Ha aggiunto: “Ci dà una visione reale di come stanno operando le persone intorno all’ex presidente, della misura in cui credono di poter influenzare la testimonianza dei testimoni davanti al comitato, e lo prendiamo molto sul serio. Le persone devono essere consapevoli – questo è un problema molto serio e la magistratura è molto che immagino sarà interessata e la prenderà molto sul serio”.

READ  Ezra Miller cerca di salvare The Flash in un incontro con la Warner Bros. - The Hollywood Reporter

Questa storia è stata aggiornata giovedì con ulteriori aggiornamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.