Decisione sui tassi della banca centrale, commercio della Corea del Sud, disoccupazione in Australia, PIL della Nuova Zelanda

La banca centrale filippina ha alzato i tassi di interesse di 50 punti base

Banca centrale delle Filippine Sollevato I tassi di interesse sono aumentati di 50 punti base al 5,5% e hanno portato il tasso chiave al massimo di 14 anni, in linea con le previsioni degli analisti in un sondaggio Reuters.

È probabile che il Bangko Sentral ng Pilipinas (PSP) segua la Federal Reserve statunitense nell’aumentare i tassi all’inizio del 2023, ha dichiarato l’economista della Bank of America Global Research ASEAN Mohamed Faiz Nakuta su “Squawk Box Asia” della CNBC.

Ha aggiunto che la banca centrale continuerà ad aumentare il suo tasso di interesse di riferimento del 6% o 50 punti base rispetto al tasso attuale.

– Charmaine Jacob

La Cina deve riaprire per ridurre l’inflazione Usa: Siegel

Il professore della Wharton School of Business Jeremy Siegel ha dichiarato su “Street Science Asia” della CNBC che la riapertura dell’economia cinese è stata lenta ma necessaria per contenere le pressioni inflazionistiche negli Stati Uniti.

“Per gli Stati Uniti, importiamo molto dalla Cina, e se quelle catene di approvvigionamento vengono normalizzate, ciò ridurrà l’inflazione, quindi plaudo alla mossa della Cina”, ha affermato. “È troppo tardi, avrebbe dovuto essere prima, ma è necessario”, ha detto.

Siegel ha dichiarato di aspettarsi che la Federal Reserve americana alzi i tassi ancora una volta di 25 punti base durante la riunione di febbraio.

Jihye Lee

Le vendite al dettaglio di novembre in Cina registrano uno slittamento significativo

JP Morgan si aspetta che i mercati asiatici chiudano la settimana con una nota cauta dopo il rialzo della banca centrale

JP Morgan si aspetta che i mercati nella regione Asia-Pacifico chiudano la settimana con una nota cauta dopo l’aumento del tasso di interesse della Federal Reserve di 50 punti base.

“Data la reazione del mercato statunitense dopo la riunione del FOMC, ci aspettiamo che i mercati asiatici chiudano la settimana con un tono più cauto”, ha dichiarato in una nota Tai Hui, chief market strategist dell’Asia-Pacifico.

Dai ha aggiunto che è necessario un asse dell’inflazione più debole prima che la falcità della banca centrale svanisca, mentre la regione potrebbe essere più ottimista sulla prevista riapertura della Cina.

“Le prospettive a medio termine della riapertura economica della Cina e della ripresa della domanda interna asiatica saranno un punto luminoso mentre gli Stati Uniti e l’Europa dovranno affrontare maggiori sfide di crescita”, ha affermato Dai. “Avremo bisogno di dati sull’inflazione più deboli affinché la Fed riduca la sua aggressività”.

Jihye Lee

I dati riveduti sul commercio della Corea del Sud mostrano un deficit commerciale leggermente inferiore

I dati commerciali riveduti della Corea del Sud per novembre sono stati piatti, Dati ufficiali Mostrato dalla Bank of Korea.

Le importazioni sono aumentate del 2,7% mentre le esportazioni sono diminuite del 14%, in linea con le letture del mese precedente, risultando in un deficit commerciale di $ 6,99 miliardi, leggermente inferiore alla lettura del mese precedente di $ 7,01 miliardi.

I prezzi per le importazioni sono cresciuti del 14,2% rispetto a un anno fa, dopo aver visto una crescita del 19,8% nel mese precedente. I prezzi all’esportazione sono aumentati dell’8,6% a novembre rispetto all’anno precedente, dopo essere cresciuti del 13,7% in ottobre.

READ  L'uragano Martin si sposta a nord-est; Lisa è stata retrocessa

Jihye Lee

I dati commerciali del Giappone hanno battuto le stime, segnalando un deficit commerciale più ampio del previsto

Le esportazioni e le importazioni del Giappone per novembre sono cresciute più del previsto su base annua. I dati ufficiali hanno mostrato.

Le esportazioni sono aumentate del 20% per il mese, superando le aspettative in un sondaggio Reuters del 19,8%. Le importazioni sono aumentate del 30,3%, battendo il 27% previsto in un sondaggio Reuters.

Il risultato è stato un deficit commerciale più ampio del previsto di 2,02 trilioni di yen ($ 14,91 miliardi) dopo aver registrato 2,16 trilioni di yen ($ 15,96 miliardi) nel mese precedente.

Jihye Lee

CNBC Pro: perso il rally di riavvio della Cina? Bank of America nomina l’equità globale per cavalcare l’equità secondaria

Secondo Bank of America, gli investitori avranno una seconda possibilità di prendere parte al rally del mercato azionario dopo che la Cina ha annunciato l’allentamento delle restrizioni per il Covid-19.

La banca ha nominato più di 10 titoli dopo aver trovato “nidi verdi per il recupero nei dati ad alta frequenza” volti ad aumentare i guadagni delle aziende che esportano in Cina.

Gli abbonati CNBC Pro possono leggere di più qui.

– Ganesh Rao

Il tasso di disoccupazione in Australia è in linea con le aspettative

Il tasso di disoccupazione in Australia a novembre è stato del 3,5% su base annua, in linea con le aspettative di un sondaggio Reuters e invariato rispetto al mese precedente.

Dati ufficiali dell’Australian Bureau of Statistics Il tasso di partecipazione alla forza lavoro era del 66,7% e il tasso di popolazione era del 64,4%.

READ  Il Tennessee sconvolge l'Alabama: Jalin Hyatt ha avuto cinque TD per i Valves poiché il Tide ha concesso il maggior numero di punti dal 1907.

Le ore lavorative mensili sono aumentate a 1,89 miliardi.

Jihye Lee

La banca centrale ha annunciato un aumento dei tassi di 50 punti base

La banca centrale ha annunciato un aumento di 50 punti base dei tassi di interesse, ponendo fine alla serie di aumenti di 75 punti base osservati negli ultimi mesi.

Prima della mossa, la banca centrale aveva alzato i tassi di 75 punti base nelle ultime quattro riunioni. Un punto base è pari allo 0,01%.

Prima della riunione era ampiamente previsto un aumento di 50 punti base.

Questa è la decisione politica finale attesa dalla banca centrale nel 2022.

Alex Haring

Powell vuole “sostanziali prove aggiuntive” che l’inflazione si stia raffreddando

Il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha dichiarato mercoledì che i recenti segnali positivi per l’inflazione non sono stati sufficienti per allentare gli aumenti dei tassi della banca centrale.

“La fiducia che l’inflazione continui ad essere su un percorso discendente richiederà ulteriori prove sostanziali”, ha detto Powell durante la sua conferenza stampa post-conferenza.

La Fed ha alzato il tasso di riferimento di un altro mezzo punto percentuale e ha indicato che sono in arrivo almeno altri tre rialzi di un quarto di punto. Il risultato arriva un giorno dopo che l’indice dei prezzi al consumo è salito dello 0,1% a novembre, segno che l’inflazione potrebbe aver raggiunto il picco.

Tuttavia, l’inflazione rimane un problema, ha affermato Powell.

“Le pressioni sui prezzi sono evidenti in un’ampia gamma di beni e servizi”, ha aggiunto Powell.

-Jeff Cox

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.