COP27 e G20: Biden punta ad affermare la leadership statunitense all’estero


Sharm El Sheikh, Egitto
CNN

Questa è una storia Presidente Joe Biden Dice quasi in ogni occasione: l’anno scorso, ha incontrato i suoi nuovi colleghi al suo primo vertice internazionale e ha detto loro con orgoglio: “L’America è tornata”.

“Per quanto?” chiese uno di loro.

Mentre Biden parte per un tour mondiale di una settimana questa settimana, la domanda risuona ancora.

“Sono molto preoccupati che siamo ancora una democrazia aperta e abbiamo regole e istituzioni che contano”, ha detto Biden durante una conferenza stampa mercoledì.

Biden spera che un incontro sul clima qui nel Mar Rosso, un raduno delle nazioni del sud-est asiatico in Cambogia e un vertice di alto livello del Gruppo dei 20 a Bali, in Indonesia, confermeranno la leadership americana. L’ex presidente Donald Trump Ignorato o attivamente ignorato.

“Se gli Stati Uniti, citando, si ritirano dal mondo domani, molte cose cambieranno in tutto il mondo. Molto cambieranno”, ha detto Biden prima del suo viaggio.

Lui ei suoi consiglieri credono di entrare nella riunione ad alto livello con una forte argomentazione secondo cui il ruolo dell’America nel mondo può essere sostenuto. Si è imbattuto in titoli storici e politici nelle elezioni di medio termine di quest’anno, mentre molti dei candidati selezionati da Trump hanno perso. L’anno scorso si è assicurato un importante investimento sul clima e ha radunato il mondo per sostenere l’Ucraina e isolare la Russia.

Tuttavia, gli alleati degli Stati Uniti rimangono preoccupati per il futuro degli impegni di combattimento degli Stati Uniti nei confronti dell’Ucraina. Cambiamento climatico, ai partner del trattato e, forse più urgentemente, per sostenere le norme democratiche. I diplomatici stranieri stavano osservando da vicino lo svolgersi della stagione politica di medio termine, alla ricerca di indizi su come gli elettori americani giudicavano i primi due anni in carica di Biden e tornando nelle loro capitali per il malcontento degli elettori che potrebbe alimentare il ritorno di Trump alla carica.

Sembrava che i repubblicani si stessero muovendo verso il controllo della Camera dei rappresentanti fino a mercoledì sera. Trump sta preparando una terza candidatura presidenziale, che potrebbe essere annunciata mentre Biden si trova dall’altra parte del pianeta.

READ  Israele ha annunciato che Libano e Israele hanno concordato un accordo sui confini marittimi

Gli assistenti della Casa Bianca non si preoccupano del potenziale schermo diviso, credendo che la politica estera sia uno dei punti di forza del presidente, soprattutto rispetto allo stile diplomatico caotico di Trump.

“Dobbiamo dimostrare che non prenderà il potere”, ha detto Biden mercoledì. “Se si candida, assicurati, sotto la dovuta diligenza della nostra Costituzione, che non diventi di nuovo il prossimo presidente”.

I presidenti si sono spesso rivolti alla politica estera, dove possono operare con relativamente pochi vincoli congressuali nei momenti di turbolenza politica interna. Il presidente Barack Obama Ha intrapreso un tour asiatico simile dopo un autodefinito “shellacking” durante il midterm del 2010.

Quattro minacce globali determinanti emergeranno nel viaggio di Biden: La guerra della Russia in Ucraina, le crescenti tensioni con la Cina, il problema esistenziale dei cambiamenti climatici e la possibilità di una recessione globale nei prossimi mesi. Altri punti di infiammabilità, ecc Corea del nordAnche le provocazioni e l’incertezza sul programma nucleare iraniano potrebbero prendere in considerazione.

Tra questi, la protezione dell’Ucraina e la lotta ai cambiamenti climatici potrebbero essere i più colpiti dall’esito delle elezioni di questa settimana.

Al vertice del G20, Biden spera di riunire i leader delle economie avanzate del mondo dietro il suo sforzo di 10 mesi per isolare e punire la Russia per la sua aggressione in Ucraina. Non ha in programma di incontrare il presidente russo Vladimir Putin Non parteciperò all’incontro di persona e sta valutando se partecipare virtualmente.

Tuttavia, gli interventi economici globali hanno messo alla prova la determinazione internazionale per una campagna di pressione ei leader mondiali hanno lavorato con vari gradi di intensità per trovare una soluzione diplomatica al conflitto.

Alcuni repubblicani della Camera allineati a Trump hanno chiesto tagli ai finanziamenti per l’Ucraina, sebbene altri falchi della difesa del GOP abbiano promesso di non abbandonare il paese nel mezzo della sua guerra con la Russia.

Il leader repubblicano della Camera McCarthy, in un’intervista con la CNN questa settimana, ha cercato di riaffermare il suo sostegno all’Ucraina dicendo che non avrebbe automaticamente approvato ulteriori richieste di aiuto.

READ  2 morti e 5 feriti in una sparatoria vicino all'auto show Peck Park a San Pedro

“Sono molto favorevole all’Ucraina”, ha detto McCarthy. “Penso che ci sia bisogno di responsabilità per il futuro… Hai sempre bisogno, non di un assegno in bianco, ma assicurati che le risorse vadano dove sono necessarie. Assicurati che il Congresso e il Senato abbiano la capacità di discuterne apertamente.

Al vertice delle Nazioni Unite sul clima in Egitto, dove Biden ha firmato il più grande investimento statunitense per combattere il cambiamento climatico, in un’atmosfera drammaticamente diversa dagli incontri dell’anno scorso in Scozia, gli impegni degli Stati Uniti per ridurre il carbonio non sono stati sostenuti. Legge.

“Abbiamo visto l’America passare da un perdente globale a un leader mondiale in meno di 18 mesi”, ha detto questa settimana un alto funzionario dell’amministrazione.

L’impegno di 375 miliardi di dollari darà a Biden un incentivo per convincere altri paesi a intensificare i propri sforzi per ridurre le emissioni di gas serra, con l’obiettivo di limitare il riscaldamento globale a 1,5 gradi Celsius.

Nel suo discorso, Biden “inviterà i paesi a tenere davvero d’occhio la palla mentre accelerano un’azione ambiziosa per ridurre le emissioni”, ha affermato il funzionario. E Evidenzierà la portata della sua proposta di amministrazione Questa settimana i grandi appaltatori federali sono tenuti a creare obiettivi di riduzione del carbonio e divulgare le loro emissioni di gas serra, aumentando il potere d’acquisto del governo federale per aiutare il settore privato a combattere il cambiamento climatico e migliorare le catene di approvvigionamento vulnerabili.

Ma i repubblicani hanno affermato che avrebbero abrogato parti della legge e hanno accusato Biden di contribuire all’aumento dei prezzi dell’energia frenando l’estrazione di combustibili fossili che contribuiscono al cambiamento climatico.

Mentre Trump era presidente, ha ritirato completamente gli Stati Uniti dall’accordo sul clima di Parigi, i leader dell’accordo si incontrano per discutere durante la settimana.

Anche senza l’incertezza politica degli Stati Uniti, l’aumento dei costi energetici e una crescente recessione potrebbero smorzare la determinazione a passare all’energia pulita. I funzionari statunitensi hanno attenuato le aspettative per il vertice di quest’anno, a cui Biden dovrebbe partecipare solo per poche ore.

Al Congresso, Biden ha avuto più successo bipartisan nei suoi sforzi per contrastare la Cina, l’altro grande problema che deve affrontare questa settimana. La legislazione recentemente approvata per rafforzare l’industria dei semiconduttori statunitense ha ottenuto voti sia repubblicani che democratici perché ha promesso di svezzare gli Stati Uniti dalla loro dipendenza dai prodotti cinesi.

READ  Mentre cresce lo slancio dietro Boris Johnson, inizia la corsa per diventare il prossimo primo ministro del Regno Unito

Gli assistenti di Biden hanno lavorato il mese scorso per organizzare il suo primo incontro faccia a faccia con il presidente cinese Xi Jinping da quando è entrato in carica, nonostante le tensioni tra Washington e Pechino. L’incontro si terrà lunedì Al G20 in Indonesia. La visita del presidente della Camera Nancy Pelosi ad Autonomy ad agosto Taiwan I leader cinesi erano indignati, portando a una quasi rottura dei legami con gli Stati Uniti.

Biden ha detto mercoledì che lui e Xi avrebbero esposto “quali sono le nostre linee rosse” e discusso questioni che ciascuno crede siano nei propri “interessi nazionali vitali” durante l’incontro.

Nella sua strategia di sicurezza nazionale recentemente pubblicata, Biden ha identificato la Cina come “la sfida geopolitica più importante d’America” ​​e spera che un incontro faccia a faccia con Xi – che ha ripreso i viaggi internazionali dopo la pandemia di Covid-19 – aiuterà a stabilire linee di comunicazione. .

Biden sta arrivando al G20 fresco di una storica convenzione del Partito Comunista che lo ha elevato a un terzo mandato senza precedenti, in netto contrasto con il suo attuale clima politico.

Non è ancora chiaro come si svolgerà questa distinzione a Bali.

“La grande domanda è se i due leader si incontreranno in modo conciliante o più ostile”, ha affermato Matthew Goodman, vicepresidente senior del Center for Strategic and International Studies di Washington.

“Hanno entrambi superato gli eventi politici del loro anno e per un motivo o per l’altro potrebbero essere un po’ più liberati e cercare di trovare un terreno comune”, ha detto Goodman. “Ci sono sfide globali che colpiscono davvero sia gli Stati Uniti che la Cina, che si tratti di crescita, pandemie o cambiamenti climatici. Quindi c’è un’opportunità per una sorta di approccio di compromesso da entrambe le parti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.