Biden firma un ordine esecutivo per aiutare i pazienti a viaggiare per abortire

Commento

Il presidente Biden ha firmato mercoledì un ordine esecutivo in cui ordina al suo segretario alla salute di prendere in considerazione misure per aiutare i pazienti che viaggiano fuori dallo stato per abortire.

La disposizione relativa ai viaggi nell’ordine invita il segretario alla salute e ai servizi umani Xavier Becerra a prendere in considerazione l’idea di invitare gli stati a richiedere l’esenzione da Medicaid quando si trattano pazienti che attraversano i confini statali per i servizi di salute riproduttiva.

L’ordine esecutivo è il secondo che Biden ha firmato per la salute riproduttiva da quando la Corte Suprema l’ha annullato capriolo v. Guadare, segue la richiesta dell’amministrazione al Dipartimento della salute e dei servizi umani di esplorare tutte le opzioni per sostenere gli americani che vivono in stati con accesso rigoroso all’aborto. Le azioni del presidente sono arrivate il giorno dopo gli elettori del Kansas Respinto Tentativo di spogliare le loro protezioni statali sull’aborto.

“[Republicans] Le donne americane non hanno la più pallida idea del potere”, ha detto Biden mercoledì prima di firmare l’ordine. “L’hanno scoperto ieri sera in Kansas.”

Dopo la sentenza della Corte Suprema, sia Biden che il procuratore generale Merrick Garland si sono impegnati a proteggere la capacità degli americani di attraversare i confini di stato per ottenere aborti e altri servizi di salute riproduttiva.

Biden, che è rimasto in isolamento da quando ha continuato a risultare positivo al coronavirus, ha firmato l’ordine esecutivo prima della prima riunione della Task Force interstatale del vicepresidente Harris sull’accesso alla salute riproduttiva. Il presidente si è quasi unito alla riunione.

READ  I Los Angeles Lakers hanno nominato Darwin Hamm come loro prossimo allenatore: Sources

Due lunghe settimane: all’interno della lotta di Biden per rispondere alla sentenza sull’aborto

A seguito della sentenza della Corte Suprema, l’ordine esecutivo ordina a Becerra di prendere in considerazione misure per garantire che gli operatori sanitari rispettino le leggi federali sulla non discriminazione per garantire che coloro che sono confusi sui loro obblighi ricevano le cure mediche necessarie, inclusa la fornitura di assistenza tecnica.

Infine, la direttiva invita Becerra a migliorare la ricerca e la raccolta di dati sui risultati della salute materna.

All’inizio di luglio, Biden ha firmato un ordine esecutivo che ordinava a Becerra di identificare i modi per aiutare l’amministrazione a espandere l’accesso all’aborto e ha segnalato la sua intenzione di proteggere l’accesso agli aborti farmacologici o alle pillole abortive.

Biden ha detto il mese scorso che “Penso che sia una decisione terribile, seria e completamente sbagliata della Corte Suprema”.

Ha aggiunto: “La Corte ha chiarito che i diritti delle donne non possono essere protetti — punto. Punto. Dopo aver letto un documento congelato nel tempo negli anni ’60 dell’Ottocento quando le donne non avevano nemmeno il diritto di voto, la Corte ora sta praticamente sfidando gli americani donne ad andare alle urne e reclamarle. Sono state private di tanti diritti”.

Ma molti attivisti hanno criticato Biden per aver reagito troppo lentamente alla decisione, soprattutto perché la bozza di commento è trapelata settimane prima della decisione ufficiale. Attivisti e alcuni democratici hanno chiesto all’amministrazione di dichiarare l’accesso all’aborto un’emergenza di salute pubblica.

In alcuni stati, le donne che cercano assistenza medica per aborti spontanei sono in ritardo nel ricevere cure o la confusione sulle leggi mette a rischio la vita di alcune donne.

READ  Il figlio di Anne H parla dopo essere stato dichiarato legalmente morto

Un gruppo di oltre 80 legislatori della Camera Democratica il mese scorso ha inviato una lettera a Biden e Becerra esortandoli a fare dell’aborto un’emergenza di salute pubblica. Ma la Casa Bianca ha delle riserve sulla mossa perché fornirebbe pochi finanziamenti aggiuntivi e potrebbe finire alla Corte Suprema, che potrebbe utilizzare il caso per limitare i poteri di emergenza del governo federale.

Yasmeen Abutaleb ha contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.