‘Affogato dai viaggiatori americani’: la fine della regola del test apre le porte ai viaggi estivi

Nota dell’autore – Registrati Sblocca il mondo, CNN Travel Weekly Newsletter. Ricevi le ultime notizie sulle destinazioni di apertura e chiusura, ispirazione per avventure future, aviazione, cibo e bevande, dove alloggiare e altri miglioramenti del viaggio.

(CNN) – Con l’arrivo dell’estate, gli Stati Uniti stanno rimuovendo l’obbligo di vecchia data che tutti i viaggiatori che entrano nel paese presentino un test Govt-19 negativo.

La notizia porta sia un sospiro di sollievo collettivo che una marea di nuovi viaggiatori internazionali in un’estate già caotica.

Per molti viaggiatori statunitensi, lo sviluppo è che non devono preoccuparsi della seccatura o dell’isolamento del test, soggiornano prima di tornare negli Stati Uniti e devono attendere un risultato negativo del test se il test pre-volo è positivo. .

Nel frattempo, i viaggiatori internazionali verso gli Stati Uniti possono pianificare viaggi senza timore di dover annullare a causa di un test positivo. La maggior parte dei cittadini non statunitensi deve ancora essere vaccinata per recarsi nel paese.

E il settore dei viaggi interessato sta incoraggiando entrambi i gruppi di potenziali clienti a rimuovere la barriera.

Questa regola, entrata in vigore a gennaio 2021, scadrà domenica 12 giugno alle 12:01 ET per i viaggiatori diretti negli Stati Uniti. Il Centers for Disease Control and Prevention afferma che riconsidererà la regola in caso di Covit-19. La situazione sta cambiando.

Questa crescita arriva dopo l’intensa pressione da parte del commercio di viaggi e dei gruppi del turismo poiché l’industria continua a prosperare dopo oltre due anni di declino indotto dall’epidemia.

Per mesi, tali organizzazioni hanno chiesto la rimozione del requisito del test, come è avvenuto in Canada e nella maggior parte dei paesi nel Regno Unito e in Europa da marzo. Dopo la notizia della fine della regola di venerdì, l’American Hotels and Lodging Association (AHLA) e la US Travel Association (USTA) sono stati tra i gruppi che hanno rilasciato dichiarazioni elogiando la mossa.

Il presidente e CEO di AHLA Chip Rogers lo ha descritto in una dichiarazione venerdì come “un successo significativo per il settore alberghiero e televisivo”, affermando che la domanda è obsoleta e crea un “effetto rinfrescante” sui viaggi internazionali in arrivo.

Nel frattempo, il presidente e CEO dell’USDA Roger Dow ha sottolineato che se il requisito del test sarà soddisfatto, entro la fine del 2022 potrebbero essere portati negli Stati Uniti altri 5,4 milioni di visitatori e ulteriori 9 miliardi di dollari di spese di viaggio.

‘2022 tre stagioni contemporaneamente’

Sebbene molti nel settore dei viaggi sostengano la crescita, alcuni esperti avvertono che la domanda potrebbe aumentare, la disponibilità potrebbe diminuire e potrebbero sicuramente arrivare prezzi più alti, esacerbando il già caotico panorama dei viaggi nello stato e all’estero.

“L’Europa è invasa dai viaggiatori americani”, Mina Agnos, capo di Travelive, un’agenzia specializzata in viaggi in Grecia, ha inviato un’e-mail alla CNN Travel con uffici ad Atene e Delre Beach, Florida, Florida.

“Parlando con i consulenti di viaggio negli Stati Uniti, il consenso è che il 2022 sarà ‘tre stagioni in una’. La disponibilità dell’hotel è limitata e i servizi locali [such as] Guide, autisti, compagnie aeree locali, servizi di traghetti e treni e ristoranti saranno tutti disponibili in questa stagione “, ha affermato Agnos.

Questa è una valutazione che entusiasmerà l’industria del turismo, in particolare l’industria alberghiera.

Chitra Stern, CEO di Martinhall Resorts, un gruppo di hotel di lusso incentrato sulla famiglia con proprietà in tutto il Portogallo, ha affermato che le restrizioni sui test negli Stati Uniti “impediscono a più viaggiatori” di pianificare viaggi all’estero, in particolare le famiglie, la principale popolazione del marchio.

Stern prevede di vedere un aumento dei visitatori con sede negli Stati Uniti che prenotano sedi in Portogallo e in tutta Europa – il miglior mercato per la proprietà Martinhall a Lisbona – poiché non esiste più un test negativo per tornare negli Stati Uniti.

“Ora diamo il benvenuto a molti più americani che prenotano viaggi estivi dell’ultimo minuto e lunghi weekend in città”, ha detto Stern.

Con l'abbandono della regola del test, Londra si aspetta ora un aumento del pubblico statunitense.  Durante il Giubileo di platino della regina Elisabetta II, i passeggeri americani in arrivo a Londra hanno raggiunto livelli pre-epidemia.

Con l’abbandono della regola del test, Londra si aspetta ora un aumento del pubblico statunitense. Durante il Giubileo di platino della regina Elisabetta II, i passeggeri americani in arrivo a Londra hanno raggiunto livelli pre-epidemia.

Abi Trailer-Smith per la CNN

Laura Citron, CEO di Visit London, prevede di vedere un entusiasmo simile tra i viaggiatori americani che compongono il più grande mercato del turismo in entrata di Londra diretti nella capitale quest’estate.

“Durante l’epidemia, quando le restrizioni di viaggio sono state revocate, abbiamo assistito a un aumento delle prenotazioni dagli Stati Uniti a Londra”, ha detto Citron a CNN Travel via SMS, trasportando in aereo passeggeri dagli Stati Uniti a Londra questa settimana raggiungendo livelli quasi pre-epidemici. Celebrazioni del Giubileo di platino.

READ  I medici sostituiscono le orecchie delle cellule umane create da una stampante 3D

Secondo Agnos, i viaggiatori che hanno deciso di trascorrere una vacanza in Grecia quest’estate dovrebbero iniziare immediatamente a pianificare i loro viaggi e aspettarsi di lottare con la folla. Se l’attività di Agnos è indicativa, il Paese mediterraneo è pronto a vedere un afflusso di turisti nei prossimi mesi, quindi a giugno le guide di viaggio, i veicoli per i trasferimenti e le barche “quasi esaurite”, ha affermato Agnos.

Questa è la prima volta nei 21 anni di storia dell’operatore di viaggio.

“Anche in aree come Atene e Mykonos, la disponibilità dell’hotel è una seria preoccupazione, dove l’inventario sarà sempre adeguato”, ha spiegato Agnos. “Questa è la prima volta che smettiamo di prendere affari perché non è disponibile”.

Vista del Pony Windmill e del vecchio porto di Mykonos a maggio 2020.  Un consulente di viaggio dice che questo rifugio estivo sarà stretto.

Vista del Pony Windmill e del vecchio porto di Mykonos a maggio 2020. Un consulente di viaggio dice che questo rifugio estivo sarà stretto.

Byron Smith/Getty Images

“Aumento della domanda transatlantica”

Resta da vedere fino a che punto la restrizione rimossa comporterà un aumento delle tariffe aeree. Ma con l’inevitabile aumento della domanda, è sicuro affermare che per ottenere l’offerta migliore, i passeggeri dovrebbero prendere in considerazione la prenotazione dei voli il prima possibile.

Secondo Scott Keys, fondatore di Scott’s Cheap Flights, co-fondatore di Flight Tracking and Booking Site, amplierà rotte e servizi verso destinazioni popolari come l’Europa a causa dell’aumento della domanda.

“Mi aspetto che la domanda di viaggi transatlantici e le compagnie aeree rispondano aggiungendo più voli per catturare nuove aree di viaggiatori interessati a viaggiare tra gli Stati Uniti e l’Europa”, ha affermato Keys.

Si tratta sicuramente di domanda e offerta, ha detto alla CNN Travel Kyle Potter, editore del sito web di viaggi e contratti aerei, Trifty Traveller.

“Molte tariffe interne sono più alte che mai, ed è qui che la domanda è più alta”, ha detto Potter. “Mentre sempre più persone guardano all’Europa e oltre, possiamo facilmente vedere le compagnie aeree aumentare le tariffe, soprattutto durante il picco estivo”.

Potter consiglia di viaggiare tra la fine di agosto e l’inizio di settembre. “Stiamo ancora trovando ottimi affari per l’Europa, come tariffe non-stop di $ 500 (o meno) per Londra o Roma in quel periodo, anche dopo che la congestione dell’ultimo Oceano Atlantico si è leggermente attenuata”.

READ  Baker lamenta la mancanza di giocatori di colore nati in America nelle World Series

Alla luce della continua carenza di personale nei settori alberghiero, della ristorazione e dell’aviazione, i viaggiatori verso un numero sempre maggiore di destinazioni devono esercitare una maggiore pazienza.

“Sono preoccupato per il servizio di quest’anno”, ha detto Agnos. “I dipendenti sono molto laboriosi, quindi i livelli di servizio non sono paragonabili alle posizioni pre-Kovit, specialmente nei servizi di viaggio di lusso”.

Kathy Hirst, travel manager di Black Pearl Luxury Services, un operatore di viaggi personalizzati con sede a Salt Lake City, ha affermato di aspettarsi una certa delusione dai clienti in attesa di prenotare un viaggio internazionale, pur essendo “contenta” dell’aumento dei requisiti di test. Non più necessario, ora può essere soggetto a disponibilità limitata.

Il 29 aprile i visitatori erano già in fila per visitare il famoso Museo del Louvre a Parigi.  I viaggi estivi possono essere molto impegnativi in ​​molte parti d'Europa.

Il 29 aprile i visitatori erano già in fila per visitare il famoso Museo del Louvre a Parigi. I viaggi estivi possono essere molto impegnativi in ​​molte parti d’Europa.

AFP tramite Getty Images

“Ora che sono pronti per prenotare, saranno delusi dalla mancanza di inventario con tour, hotel, navi e biglietti aerei”, ha detto Hirst in una e-mail. “Ora abbiamo riscontrato che molti hotel, compagnie aeree, agenzie di viaggio ed escursioni hanno difficoltà a correre a causa della carenza di personale”.

Come Agnos, Hirst ha visto miglioramenti significativi nelle prove e nelle prenotazioni per gli hotspot europei, tra cui Francia, Grecia, Italia e Regno Unito. Ha detto che anche le località dei Caraibi e del Messico erano “molto popolari” e la domanda era molto alta su tutta la linea, con alcuni dei suoi colleghi che hanno rifiutato le richieste di prenotare viaggi personalizzati.

“Questi viaggi sono molto divertenti da pianificare, ma richiedono molto tempo e molti consulenti rifiutano nuovi clienti perché siamo sopraffatti dalle richieste”, ha affermato Hirst.

“Le persone hanno aspettato due anni per viaggiare e la necessità di ristagnare è un buon problema alla nostra fine, ma rende le giornate troppo lunghe e stressanti”, ha detto. “Spero che le cose diventino più fluide nei prossimi mesi, ma ora il viaggio è più caldo di quello che ho visto in più di 20 anni nel settore”.

Marnie Hunter e Forrest Brown della CNN hanno contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.